Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Domenica, 25 Febbraio 2024
Le Storie

Il caffè di funghi sarà di tendenza nel 2024?

Sempre più video in giro per la rete danno visibilità a una nuova bevanda che mescola caffè e funghi. Alcuni pensano che abbia proprietà miracolose. Ok, ma il gusto?

Qualcuno si azzarda già a dire che sarà tra i food trend del 2024 (per esempio l’azienda specializzata in beni alimentari Cibocrudo). E come al solito c’è chi si interroga sui benefici per la salute e per l’organismo derivanti dalla sua assunzione, alimentando uno strano cortocircuito per cui il cibo è uguale a una medicina, se non meglio. Stiamo parlando del caffè di funghi (mushroom coffee) una realtà già presente da qualche anno sul mercato in diverse modalità che prosegue un filone cominciato anni fa, quello sulle bevande alternative al caffè, che però del caffè prendono nome e somiglianza.

Il caffè di funghi sui social

Il caffè di funghi in una tazza

Potremmo chiamarlo veramente caffè? Vedremo, anche perché alcune di queste miscele hanno effettivamente il caffè all’interno. Dopo il caffè di cicoria, il caffè di ginseng che in Italia è praticamente onnipresente, “l’erba di orzo e quella di grano” aggiungono da Cibocrudo, questo potrebbe essere il momento in cui i riflettori vengono puntati su una nuova bevanda, sempre a base vegetale e simile al caffè. La rinnovata attenzione è testimoniata in primis dai social, ormai termometro di tutte le nuove derive modaiole in qualsiasi campo, così anche in quello alimentare.

Le reazioni all’assaggio del caffè di funghi: la risposta di Tik Tok

@ryzesuperfoods Do you struggle with focus & concentration? #mushroomcoffee #boostfocus #coffeealternative #mushroombenefits ? Hey It's Me - BCD Studio

Su Tik Tok sono stati postati negli ultimi anni diversi video in cui gli utenti assaggiano per la prima volta il caffè di funghi, rimanendo stupiti dalla somiglianza con il vero caffè. Altri invece preparano già bevande con latte montato e ghiaccio per testare le vere performances del caffè di funghi. Ma non tutti i video sono entusiasti: in uno postato dalla coppia di creator @carloandsarah, Sarah mostra la reazione del marito, italiano, all’assaggio di un caffè che sembra un espresso solo all’apparenza. “Jetta sta cosa” dice a Sarah in italiano nel video registrato addirittura nel 2022. Intanto a ottobre di quest’anno Eater ha raccontato della prima apertura negli Stati Uniti di una caffetteria di Detroit specializzata proprio in caffè di funghi.

Cosa sono i caffè di funghi, spiegato

Funghi mischiati con i chicchi di caffè

I caffè di funghi sono, almeno in parte, degli autentici caffè. Risultano infatti dalla miscela della tostatura di chicchi di caffè veri e propri e di funghi macinati e polverizzati utilizzati a scopo medicinale e non alimentare. Si presentano in cialde, in bustine o anche nella stessa forma dei caffè specialty di grido, in pacchetti salva freschezza o barattoli di latta. Il loro vantaggio più grande sarebbe quello di ridurre il quantitativo di caffeina miscelando caffè e una polvere di funghi simile al caffè. Una delle marche di caffè più presenti sui social con i funghi e la dicitura “mushroom coffee” è Ryze, un marchio creato da due studenti di Harvard, Andrée e Rashad con l’ambizione di trovare una bevanda che li sostenesse negli studi e che caricasse il loro corpo di buone energie.

Come si prepara il caffè di funghi

Il caffè di Ryze

Come raccontano i creatori di Ryze, che propongono un pacchetto di caffè di funghi per 30 giorni più vari altri gadget al prezzo di 27 dollari, la preparazione del caffè di funghi è molto semplice. Ricorda infatti quella del caffè solubile. Basta un cucchiaino per una tazza, circa, di acqua calda o fredda, a cui aggiungere volendo dolcificante o latte a piacere. Oltre a Ryze sul mercato c’è anche Upraising, che offre i caffè di funghi in tre combinazioni diverse e con tipologie di caffè diverse tra di loro. Questo processo non c’entra nulla, quindi, con i caffè specialty infusi alla frutta, una nicchia di mercato per una tipologia di caffè molto pregiata. Chiaramente i funghi vengono già utilizzati per la creazione di brodi e di estratti in cucina, a più livelli, ma miscelarli con il caffè per creare una bevanda con una sua autonomia, è di fatto una novità. Intanto non sembra che in Italia ci siano aziende già lanciate nella produzione e commercializzazione. Senza averli assaggiati, sembrano bevande un po’ torbide con un profilo gustativo del caffè – immaginiamo – stemperato da quello dei funghi. Non il massimo per apprezzare un caffè di qualità al massimo delle sue potenzialità.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento