Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Le Storie

“Mi prendevano in giro”. La storia del dj pugliese che è diventato gelatiere

Gelateria Fisotti è la creatura di Francesco che ha avuto “un percorso un po’ particolare” ma ha trovato il modo di unire l’amore per la musica con il mestiere di gelatiere

Non comincia con un cono o una coppetta ma con l’interesse e l’intraprendenza nel mondo della musica la carriera di Francesco Fisotti, classe 1986, nato ad Otranto, formatosi a Lecce (poi a Bologna), oggi con la sua attività di nuovo ad Otranto. “La mia generazione è stata cresciuta con l’idea di andare a lavorare altrove, fuori dal sud. Io invece sono rimasto: un po’ per una mia idea di romanticismo, un po’ perché non avevo chiaro cosa volessi fare”.

Una coppetta da Gelateria Fisotti

Dagli anni d’oro del Salento alla gelateria ad Otranto

Francesco fa il liceo ad Otranto, studia sociologia a Lecce, nel frattempo, fin da piccolo, si esibisce nella scena dancehall salentina. “Erano gli anni d’oro, qui c’erano tutti e venivano da ogni parte d’Italia. Si facevano serate e nottate leggendarie”. Era la prima decade del 2000, il Salento era il posto in cui transitavano tantissimi giovani non solo dall’Italia ma dall’Europa, un luogo che a quel tempo era conosciuto soprattutto ai locals che stava sviluppando una scena musicale internazionale, indipendente e vivace. “Ma oggi quel mondo è cambiato molto. Anche io ho cambiato ambiente, sia professionale che musicale”. Nel 2011 Francesco va a fare un corso di gelateria a Bologna, senza un particolare motivo, “mi prendevano in giro, i miei amici” ci racconta, nel 2012 torna a casa e apre la sua gelateria ad Otranto, che per 11 anni si chiama “Gelateria Cavour”, dal nome della piazza.

Vaschette di gelato da Gelateria Fisotti

Un gelatiere con la passione per la musica, oppure un musicista con la passione per il gelato

La musica non viene messa mai da parte, anzi. Parallelamente vengono sviluppati nuovi progetti musicali, quasi senza fine. “Ho iniziato a produrre beat con i campionatori, più sul genere hip hop. Ho prodotto musica per rapper, progetti strumentali, nel 2018 ho aperto la mia etichetta, Quattro Bambole Music, per metterci dentro, come un contenitore, tutti i miei viaggi musicali. Adesso siamo arrivati alla diciottesima produzione, Gelato Italiano, ed è già in produzione la diciannovesima che uscirà a luglio. Tutto viene prodotto anche in vinile, di cui sono grande collezionatore. Dal 2021 ho anche virato un po’ verso la disco house con il mio nome, ma parliamo di contaminazioni anche con altri generi e musicisti. Insomma mi sono sempre esibito come dj, ho continuato a lavorare come producer per me e per altri”.

Una foto della maglietta di Gelateria Fisotti

Un gelato essenziale, senza ingredienti superflui, ad Otranto

E il gelato? “Il fatto che fosse un lavoro creativo mi ha permesso comunque di apprezzare questo mestiere, perché è un mondo molto stimolate”. Come abbiamo anticipato, come naturale evoluzione di questo percorso, nel 2023 la gelateria cambia nome da Cavour a Fisotti, per sottolineare l’identità del posto (quanti locali richiamano Cavour in Italia?). Il locale viene anche sventrato e ristrutturato, viene fatto il rebranding, comunicato in modo nuovo. Intanto cambia anche il gelato: “Il prodotto migliora ogni anno, perché la mia preparazione aumenta col tempo”, per un gelato che definisce “naturale ed essenziale, non ci sono ingredienti superflui”. Finiscono nelle 20 vaschette disponibili nel periodo che va da aprile a ottobre (la gelateria resta chiusa da novembre a marzo) con un attento racconto della Puglia.

Estate e gusti di gelato ad Otranto

Ingredienti e frutta salentina e pugliese dentro i gelati

C’è la mandorla pugliese, di diverse aree, ma anche il gelato a base di mandorla con variegato di cupeta, che è il nome locale dato al croccante di frutta secca. Poi c’è il gusto ai fichi che arrivano direttamente dall’albero di nonno, il gelso moro che è uno dei sapori dell’infanzia in queste terre, il gelato ai fichi di opunzia, che sono simili al fico d’india ma più piccoli e fucsia, anche il gelato al pasticciotto leccese con una crema pasticciera e un crumble di pasticciotti. E ne abbiamo detti solo alcuni. Per scoprire gli altri, bisogna arrivare ad Otranto.

Gelateria Fisotti

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento