Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Domenica, 25 Febbraio 2024
Le Storie

Il panettone gastronomico dagli Anni ’80 a oggi. Dove comprarlo a Roma e Milano

Il panettone gastronomico è una preparazione immortale del Natale. Una cupola di pane simil cassetta farcita da un’infinità di ingredienti salati. Ecco dove comprarlo tra Roma e Milano

A parlare di panettone gastronomico si sente l’eco degli Anni ’80. Una preparazione simbolo dell’opulenza di quel periodo storico: ricca, maestosa, per sua natura senza alcun limite alla fantasia. Un lievitato salato, che condivide con il panettone forma e consistenza, da farcire strato dopo strato con un’infinita di ingredienti. Un monumentale sandwich che ricorda un totem gastronomico, che grazie alla fortuna che ha avuto sui social negli ultimi anni sta tornando prepotentemente sulle tavole degli italiani. Vediamo come è nato e chi lo prepara a regola d’arte.

Il panettone gastronomico: dagli anni ’80 fino ad oggi

Un multistrato di tramezzini, uno sopra all’altro, da gustare con le mani e da accompagnare con le bollicine. Il panettone gastronomico inizia a far capolino nel periodo natalizio già a partire dagli Anni ’80 quando tantissime erano le pasticcerie, forni e laboratori che riempivano le proprie vetrine con questa fantasiosa preparazione. La sua origine in realtà è incerta, si pensa che sia nata come alternativa scenografica del tramezzino, di cui però non condivide la materia principale: il pane. Infatti il panettone gastronomico viene realizzato con una sorta di pan brioche, chiamato pan canasta, base di partenza. Molto simile al pane in cassetta che ricorda però il più celebre dolce delle feste natalizie per la sua forma a cupola.

Il panettone gastronomico re delle feste

Ma il vero protagonista del panettone gastronomico è l’imbottitura. Una sequenza di salmone affumicato, maionese, tacchino, uova, tonno e prosciutto, per accompagnare antipasto o aperitivi del Natale e Capodanno. E poi formaggi spalmabili, verdure come zucchine, pomodori, patate lesse o insalata di patate. Il panettone gastronomico piace perché non è mai uguale a se stesso e morso dopo morso il gusto evolve e si differenzia. Per crearlo a casa basta acquistare un panettone adatto, tagliarlo longitudinalmente e riempire ogni strato con un abbinamento diverso. Una volta ultimato si procede con il taglio a croce a partire dalla sommità.

Chi produce panettoni gastronomici a Roma e Milano

A Milano tra i panettoni gastronomici più rinomati c’è sicuramente quello di Gattullo, la storica pasticceria che dal 1961 è un punto di riferimento per preparazioni sia dolci che salate. Il suo panettone gastronomico è la quintessenza del Natale: ricchissimo, è disponibile in 32 spicchi (carne 70€, misto 80€, pesce 90€) oppure da 56 porzioni (carne 100€, misto 120, pesce 150€). Oppure vicino Piazza San Babila c’è Sant Ambroeus, il caffè e pasticceria appena ristrutturato, altro baluardo di milanesità. Disponibile nel formato da 40 o 54 pezzi e farcito con salame felino e prosciutto di San Daniele DOP. Prezzo? A partire da 110€. Troverete un ottimo prodotto anche da Panzera, in Viale Monte Santo a Porta Nuova: 36 spicchi in versione salume con prosciutto cotto, bresaola della Valtellina, mortadella e prosciutto di Parma; oppure di pesce con salmone, tonno, gamberetti, uova di lompo. Costo 60€. Anche alla pasticceria artigianale Marlà, in zona Porta Romana, lo troverete con la possibilità di una farcitura mista, di carne, di pesce o vegetariana. 4 strati costano 70€, mentre 8 strati al prezzo di 100€.

A Roma è meno diffusa la tradizione del panettone gastronomico ma non mancano alcuni esempi. Come Ricci Il Salumiere, con tre punti vendita nella capitale, che lo prepara su ordinazione (60€). Oppure gastronomia La Differenza di Paolo Stramaccioni, in Largo Magna Grecia vicino San Giovanni, un negozio d’alimentari dove provare anche taglieri e formaggi. Non può mancare neppure Roscioli, la leggendaria salumeria dal 1922, che addirittura vende anche il pane già affettato per creare il proprio panettone gastronomico a casa.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento