Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
Le Storie

Una start up spagnola vuole democratizzare il caffè specialty: “20 centesimi a tazzina”

L'obiettivo di Incapto è rendere più popolare il consumo di caffè di qualità a casa o in ufficio. Lo fanno realizzando, oltre alle miscele, macchine automatiche e compatte per estrarlo. Dal campo alla tazzina con una filiera sostenibile e etica

Si chiama Incapto ed è una start up fondata nel 2020 a Barcellona dagli imprenditori Francesc Font e Joaquim Mach, insieme all’esperta di caffè Bea Mesas, che si occupa di importare caffè verde di qualità, di tostarlo nella torrefazione e della realizzazione di macchine da caffè. Il progetto nasce innanzitutto con l’obiettivo di offrire ai consumatori un modo di consumare caffè con meno impatto ambientale. A cui si aggiunge l’interesse a recuperare il sapore autentico del caffè appena macinato e l’impegno per migliorare la vita di chi lavora nelle piantagioni. In tre anni sono già riusciti a entrare nel mercato di Portogallo, Francia e Italia, con più di 20.000 consumatori e 200.000 kg di caffè venduti nel 2023.La macchinetta del caffè di incapto

Gli obiettivi della start up: “la rivoluzione del caffè buono”

Partendo dall’assunto che in tutta la vita prenderemo più di 50.000 caffè, i fondatori di Incapto si sono interrogati su come farlo in maniera consapevole per le persone e per il pianeta. “Il nostro obiettivo è democratizzare il consumo di chicchi di caffè specialty”, afferma Joaquim Mach. Ogni anno vengono prodotte circa 60 miliardi di capsule del caffè, di cui l’80% finisce in discarica o negli inceneritori, producendo una gran quantità di rifiuti. Partendo da questo dato piuttosto allarmante, il lavoro di Incapto si concentra sulla produzione di caffè specialty in grani (ovvero un caffè che è riuscito a raggiungere dei punteggi altissimi di qualità) da utilizzare con le loro macchine super-automatiche in cui il caffè viene macinato – come sempre dovrebbe avvenire - giusto prima di essere consumato, senza l’utilizzo di alcuna cialda o capsula.

Las raccolta del caffè nelle piantagioni

Come funziona la filiera di Incapto

Incapto si occupa di tutta la filiera del caffè: dal chicco alla tazzina. Lavorano con piccole aziende agricole e coltivatori di caffè, pagandoli un prezzo giusto (secondo i dati del 2022 l’84,16% in più rispetto alla Borsa di New York per il caffè) che raccolgono i chicchi maturi al 100% e li selezionano eliminando quelli di scarsa qualità. I chicchi di caffè arrivano poi alla torrefazione dell’azienda interamente tracciati, dove vengono sottoposti a un ulteriore controllo – selezionano solo chicchi di caffè con oltre 80 punti su 100 di degustazione - per poi essere tostati. La tostatura avviene quotidianamente in modo da inviarli il più freschi possibile. I chicchi di caffè a questo punto sono pronti per essere confezionati e spediti a uffici, case e nei punti vendita del brand in Spagna senza alcun tipo di intermediario. Verticalizzando l'intero modello, dal campo alla tazzina, riusciamo a disintermediare l'intera catena del valore e a offrire prezzi molto competitivi al cliente finale, senza incidere negativamente sui prezzi percepiti da chi lavora la terra. In media, paghiamo più di 5 volte quello che l'industria del caffè paga ai coltivatori”, spiega Mach.

I chicchi di caffè di Incapto

Incapto: il nuovo modo per consumare caffè di qualità a casa risparmiando

La proposta di Incapto si basa su un’ampia selezione di chicchi di caffè di qualità. Si può scegliere tra tantissime monorigini e blend: Brasile, Colombia, Perù, Guatemala (biologico), Messico, Rwanda, Etiopia, Burundi e Sumatra. Le miscele sono studiate per essere utilizzate nelle loro macchine del caffè automatiche che macinano ed estraggono il caffè espresso. Esistono vari modelli (a partire da 279€ con abbonamento al caffè di un anno), da quelli basici a quelli più professionali che garantiscono un’esperienza come al bar. “Le nostre macchine da caffè si concentrano sulla gamma "entry", ovvero macchine da caffè semplici ma molto funzionali, compatte e a un prezzo interessante, in modo che il cliente possa fare il passo. Alla ricerca di semplicità e comfort d'uso, cercando di replicare l'esperienza della capsula. Un caffè in 30 secondi. Con le nostre macchine da caffè, tutti possono fare un buon caffè”, spiega Joaquim. Ci sono sia del brand Incapto che in collaborazione con l’azienda De’Longhi e sono tutte acquistabili online, così come il caffè e una serie di accessori complementari.

Il caffè di Incapto

E al contrario di quello che si potrebbe pensare, è piuttosto economico; infatti, utilizzando i loro prodotti, il caffè costerebbe tra i 0,16 e i 0,33€ per tazza, in base al tipo di miscela. Vogliamo rendere sostenibile il consumo di caffè, con un modello di business innovativo che fa bene all'esperienza del cliente perché beve caffè appena macinato. Ma fa bene anche al suo portafoglio poiché risparmia 20 centesimi per caffè rispetto al costo di una capsula. Infine, fa bene al pianeta, in quanto eliminiamo l'impatto ambientale delle cialde monodose”, ci tiene a sottolineare l’altro fondatore Francesc Font. Inoltre, offrono anche soluzioni personalizzate per le aziende a cui propongono i loro prodotti in versione professionale e un sistema digitale che gestisce scorte e consumi in maniera automatica. “Crediamo che il cambiamento sia inarrestabile, verso un caffè eccellente, macinato fresco con macchine automatiche, responsabile nei confronti del coltivatore e dell'ambiente. Ci siamo posizionati come una vera alternativa alla capsula e crediamo sia giunto il momento di esportare il modello nei Paesi vicini”.

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento