Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Giovedì, 20 Giugno 2024
Le Storie

La collana di libri di cucina che sembrano vecchi quaderni di ricette casalinghe

La Kellermann è una casa editrice indipendente nata in provincia di Treviso. La sua collana Quaderni tratte temi gastronomici con una grafica e uno stile che ricorda i vecchi quaderni scolastici di una volta. E sono anche scritti a mano

Vi sarà capitato girando per librerie o fiere legate all’editoria di imbattervi in strani quaderni che somigliano molto a dei vecchi ricettari casalinghi di un tempo. Dei piccoli libri, che hanno più in comune con la cartoleria di una volta che con le moderne pubblicazioni di oggi, dall’aspetto vintage, delicato e per questo curioso. Si tratta dell’idea bizzarra e al tempo stesso geniale di Kellermann Editore, una casa editrice indipendente di Vittorio Veneto, in provincia di Treviso, fondata nel 1991. Specializzati in pubblicazioni che trattano di attualità, storia del Novecento e temi legati all’ambiente, c’è anche una corposa collana legata alla gastronomia, storie di cucina, viaggio e racconti incentrati sul vino e i suoi territori. Abbiamo parlato con Roberto Da Re Giustiniani, fondatore ed editore: “Le nostre collane creano simpatia e curiosità perché sono differenti dalle altre. Qui abbiamo una cura artigianale che unisce sia il contenuto che l’attenzione alla forma e al dettaglio”.

Uno dei Quaderni di cucina edito da Kellermann

La storia di Kellermann Editore: la casa editrice nata nel 1991 in Veneto

Il nome stesso è un omaggio al mondo del vino. Infatti Kellermann è il protagonista di un film del 1971 con un giovanissimo Dustin Hoffman: Chi è Harry Kellermann e perchè parla male di me, film semi sconosciuto da cui si prende spunto per la creazione di questa casa editrice. Il suo proprietario e fondatore, Roberto Da Re Giustiniani, parte da questo film per creare l’immaginario alle fondamenta del suo lavoro: “Il nome kellermann in tedesco vuol dire ‘uomo della cantina’. La cantina è la parte nascosta della casa e il kellermann è il cantiniere che conserva i cibi e i vini buoni, ma anche l'amanuense che nella cella scriveva e miniava i libri preziosi. La scelta del nome è un rimando evocativo alla ricerca profonda del senso delle cose e al lavoro della scrittura”. 

La Collana Grado Babo di Kellermann

Il progetto editoriale è orientato alla saggistica e alla non fiction, con un'importante attenzione per l’illustrazione, l’aspetto grafico di ogni pubblicazione nonché la scelta dei materiali utilizzati. “Qui ancora facciamo gran parte delle cose a mano, infatti la nostra caratteristica è quella di svolgere un lavoro semi artigianale, un retaggio che mi porto dietro dal mio precedente lavoro”. Infatti Roberto Da Re Giustiniani nasce come storico dell’arte e poi diventa illustratore e grafico, lavorando sempre in ambito culturale. La Kellermann rappresenta infatti una nicchia del settore, un unicum che racconta e approfondisce diversi argomenti in maniera alternativa. Tre sono le collane attive. Umano/troppo/umano è la collana di storie non fiction, di saggistica e narrativa, con temi che spaziano tra storia, ecologia e natura, arti, filosofia, biografie e viaggio. E le due collane incentrate sulla cultura enogastronomica e culinaria: Quaderni e Grado Babo.

Il Quaderno sulla cucina Adriatica

Le collane dedicate al mondo vitivinicolo e della cucina: Quaderni e Grado Babo

La Kellermann da sempre si è distinta per trattare l’argomento cibo e cultura enogastronomica in maniera anticonvenzionale. La collana Grado Babo divulga il mondo enoico prendendo in rassegna territori e storie legate al vino, grazie al coinvolgimento di chef, enologi, scrittori, storici. Alla narrazione storica (con frequenti spunti dalla letteratura), si affiancano la disamina enologica dei vini e un’introduzione ai paesaggi, ai sapori, alle peculiarità dei luoghi protagonisti di ciascun volume. “Grado Babo è il nome del termometro nato nel 1870 per misurare il grado alcolico del mosto. In zona i contadini erano soliti dire ‘quanti babo fa il tuo vino?’. E da qui nel 2020 abbiamo dato il via alla collana” spiega Da Re Giustiniani. “La nostra particolarità è che qui non parliamo solo di vino e aspetti tecnici, ma raccontiamo anche le comunità connesse. Con una particolare attenzione a vitigni semi sconosciuti come il tazzelenghe, il boschera, il wildbacher di origine austriaca ma impiantato in Veneto” continua.  Per ora ci sono 17 titoli nella collana ma presto se ne aggiungeranno altri tre che vanno in giro per l’Europa: “Quello sulla ribeira del cammino di Santiago, in Spagna, poi produrremo quello sulla Borgogna e in aprile uscirà il libro sui vitigni dei monasteri”.

Il nuovo libro che uscirà sulla ribeira-png

Poi c’è la collana Quaderni, vera chicca della Kellermann che si distingue da tutte le altre. Piccoli libri dedicati alle memorie gastronomiche e alle usanze delle nostre comunità. “Siamo partiti nel ’95 utilizzando uno stile subito riconoscibile. Ovvero dei vecchi quaderni scolastici di una volta, con le copertine e i bordi colorati” ci spiega il fondatore della casa editrice. Un vero lavoro artigianale con uno stile unico: “I testi sono scritti a mano in ‘bella calligrafia’ da Nicoletta Piol, le illustrazioni sono opere originali realizzate per ogni titolo da me, perché non dimenticate che ho un passato come illustratore. Poi scegliamo la stondatura, la labbratura della copertina, i colori che meglio si abbinano”. Il primo ci ricorda De Rei Giustiniani è stato quello sui dolci, fino ad arrivare a quello s ul pane, birra, zuppe, erbe aromatiche, grappe, sulla polenta e sulla cucina adriatica, tra i molti pubblicati in questi lunghi anni. Dentro troverete storia, curiosità, ricette, coinvolgendo esperti del settore e chef che raccontano il loro punto di vista. Un prodotto editoriale ragionato e che si distingue dalla massa, diventando anche un oggetto da collezione.

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento