Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Personaggi

Abbiamo provato le zuppe pronte da supermercato inventate da uno chef

Il talentuoso chef Lorenzo Cogo sta debuttando in questi giorni nei punti vendita PAM con la linea di zuppe liofilizzate chiamata "LOCO". Costano 3,90€ e si cuociono in 3 minuti. Le abbiamo assaggiate

Lo chef Lorenzo Cogo fa debuttare al supermercato una linea di zuppe pronte con le sue iniziali: LOCO. E noi le abbiamo provate. Ma come siamo arrivati a questa iniziativa? Lorenzo Cogo è figlio di cuochi, nipote di cuochi, cuoco di nome e di fatto (in dialetto veneto - la sua regione - cuoco si dice proprio "cogo"). Da un decennio abbondante considerato uno dei più interessanti giovani sul panorama, a partire da quando - dopo anni in giro per il mondo a lavorare nelle cucine più svariate - decise di tornare al suo paese e aprire il ristorante El Coq. Era il 2011 e Cogo, che è classe 1986, aveva 25 anni. I riconoscimenti delle guide e il pellegrinaggio degli appassionati fu immediato ma il ragazzo resse botta. Poi, nel 2016, il progetto El Coq si spostò a Vicenza dove resistette non senza difficoltà fino alla pandemia. Nel 2020 Lorenzo Cogo decide di prendersi un periodo di distacco dalla cucina cucinata fondando una società di consulenza per seguire start up e progetti innovativi nel mondo della ristorazione. Ma già a metà 2021 si rimette dietro ai fornelli quando prende in mano la complessa e articolata macchina del Dama Restaurant, un sontuoso ristorante a Venezia parte dello storico hotel Ca' Bonfadini

Le bustine delle zuppe liofilizzate LOCO

Lorenzo Cogo racconta le zuppe LOCO

Al Dama di Venezia Cogo propone una cucina di mare ricca e di ricerca con menu degustazione giustificatamente costosi (in realtà non troppo per il contesto e per la città) che non gli hanno comunque impedito di tenere desta l'attenzione verso un approccio più popolare. E allora ecco l'idea delle zuppe pronte d'autore. "Mi sono fissato di portare un gusto buono nelle case di tutti" spiega lo chef "lo so che è una cosa folle e infatti il nome del progetto non solo rappresenta le mie iniziali ma significa proprio 'matto' in spagnolo!". Quanto tempo è durata la progettazione, abbiamo chiesto allo chef: "ci pensavo da parecchio, diciamo 5 anni. Questa non è una consulenza o una marchetta a qualche brand della grande distribuzione dove metto il mio nome, è proprio una mia azienda, una iniziativa imprenditoriale personale, per cui ho studiato tutto a lungo, dai fornitori ai macchinari che mi permettono di disidratare e liofilizzare. La riflessione è nata da un'idea di diffondere la mia cucina, penso che tutti i cuochi abbiano questa voglia, soltanto che mi sono reso conto che ormai fare come hanno fatto i grandi chef di un tempo ovvero aprire ristoranti dovunque è difficilissimo e allora ho pensato di guardare ad un prodotto più popolare. E poi oramai le persone hanno un palato e una attenzione ai prodotti che è significativa rispetto ad anni fa e in più hanno sempre meno tempo" ecco come lo chef spiega a CiboToday le motivazioni dietro al progetto.

Lorenzo Cogo sepolto nelle sue zuppe LOCO

Come funzionano le zuppe LOCO di Lorenzo Cogo

La linea di zuppe liofilizzate è per ora limitata a tre 'gusti' che si preparano in 3 minuti  e costano 3,90 euro sia al supermercato (al momento nei punti vendita PAM) sia in e-commerce dal sito di LOCO. Si apre la busta, si versa il contenuti in una ciotola, si aggiunge acqua bollente e si riscalda ulteriormente al microonde. In assenza di microonde si può procedere direttamente in pentola. Si può scegliere tra spinaci, tartufo e nocciole; pomodoro, basilico, limone e olive oppure zucca, carote, arachidi e arancia. Ma le ricette, se guardate sul retro della confezione, sono ben più complesse e il mix di ingredienti e assai variegato. 

Gli espositori di LOCO nei supermercati

Luca Migliolaro, direttore commerciale di Pam, ha detto di essere rimasto sorpreso dall'assaggio e di aver deciso di posizionare le zuppe nel reparto ortofrutta dei punti vendita. "Lavoriamo affinché un grande chef possa far assaggiare la sua cucina a tutti, esattamente il contrario di un ristorante stellato". Entrambi i protagonisti dell'iniziativa comunque, sia Lorenzo Cogo sia il gruppo PAM (sebbene presto le zuppe potrebbero arrivare anche in altri supermercati), tengono molto all'aspetto nutrizionale: le zuppe sono vegane, senza glutine e senza lattosio. E sono pensate per rendere meno punitive le scelte di chi ha restrizioni alimentari. 

L'assaggio delle zuppe LOCO di Lorenzo Cogo

Le abbiamo assaggiate tutte e tre. Come è andata? Sono zuppe liofilizzate che a onor del vero hanno tutti i pregi (velocità e semplicità di preparazione in special modo) e nessun difetto della zuppa liofilizzata. Niente gusti sgradevoli di insaporitori chimici. In alcuni casi la consistenza degli ingredienti (i chicchi di riso o forse di quinoa) risulta lievemente gommosa ma il boccone è comunque ogni volta gradevole, stimolante e ben bilanciato nonostante la significativa quantità di stimoli gustativi provenienti dagli ingredienti principali e da quelli secondari. In foto non hanno un aspetto bellissimo perché alla fine sono zuppe, non hanno impiattamento e le abbiamo fotografate con un telefono, ma non fatevi ingannare: sono pienamente promosse e non siamo neppure riusciti a dire quale è la migliore tanto sono tutte e tre ben congegnate. 

Dunque, portato a casa questo risultato si tratta di far crescere il progetto: "ora mi aspetto che arrivi qualche investitore per migliorare ancora e scalare" continua Cogo "da gennaio mi metterò a lavoro su un quarto gusto e inizierò a raccontare meglio anche la catena di fornitori che c'è dietro, perché anche una zuppa liofilizzata è fatta da produttori, contadini, aziende agricole". Chef, ma cosa ne pensa tuo papà che da 25 anni gestisce una trattoria tradizionale in Veneto? "Alla fine tutto parte da lì, da quella nostra radice di far da mangiare per tutti senza essere mai elitari. Mio padre non dice granché, ma secondo me è contento". 

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abbiamo provato le zuppe pronte da supermercato inventate da uno chef

CiboToday è in caricamento