Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Le Storie

Un grande ristorante di Milano organizza il primo campionato per giovani chef e camerieri

Lo storico ristorante Aimo e Nadia dà il via a un innovativo progetto che scommette sulla formazione e sulle competenze dei cuochi emergenti della Puglia. Tornerà la voglia di lavorare in questo settore?

Si chiamerà “Aimo e Nadia per i giovani” il premio istituito dallo storico ristorante milanese destinato a giovani cuoche e cuochi. Nasce dalla sinergia tra Il Luogo di Aimo e Nadia con l’Istituto Alberghiero di Molfetta, città natale di uno dei due chef alla guida del ristorante, Fabio Pisani (in tandem in cucina con Alessandro Negrini). L’istituto è lo stesso dove Pisani ha ricevuto la prima formazione in ambito gastronomico.

Un premio sulla Puglia per i ragazzi pugliesi

La prima edizione del premio coinvolgerà, all’interno dell’istituto, gli allievi delle classi 4° e 5° con un tema comune: “Puglia, un territorio da raccontare”. Sarà infatti loro richiesto di riflettere proprio sulla gastronomia della loro regione per dare uno spunto creativo. Il nuovo progetto partirà nel 2024. L’idea è quella di riportare anche agli emergenti il concetto di cura per tutti gli aspetti del ristorante, dalla sala alla cucina, dai camerieri e sommelier fino ai cuochi, nonché il tema del territorio, delle produzioni e dei produttori.

La copertina del nuovo premio di Aimo e Nadia

Come si articola il premio di Aimo e Nadia

Per come è stato pensato il premio sia dai due chef, che dalla proprietaria del Luogo di Aimo e Nadia Stefania Moroni (un piccolo universo che conta oggi anche BistRo Aimo e Nadia e il ristorante caffetteria VOCE Aimo e Nadia) si tratterà di una sfida a squadre. Il vincitore del primo premio otterrà un periodo di formazione di sei mesi presso Il ristorante Il Luogo Aimo e Nadia a Milano, un iter comprensivo di vitto alloggio e rimborso mensile, seguito da un’assunzione per altri sei mesi in azienda. Alla fine dell’anno è previsto un corso di perfezionamento, definito sulla base delle attitudini e predisposizioni personali, presso l’ALMA, la Scuola Internazionale di Cucina Italiana a Colorno. Nasce dunque con il presupposto di essere un concreto incoraggiamento a sviluppare la propria carriera e non una semplice targhetta da appendere al muro.

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento