Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

Venerdì, 12 Luglio 2024
Le Storie

Il “Maestro” dei bartender mondiali è un italiano. E ha inventato il Martini ‘da colazione’

Salvatore Calabrese alla fine degli Anni ‘90 ha dato vita a un drink che è diventato un moderno classico e che arrivò per intuizione di una colazione con la moglie

Nella pagina del suo sito, Salvatore Calabrese ha più premi di un divo di Hollywood. Da cavaliere dello Champagne nel 1992 a Maestro d’arte e Mestiere nel 2018, l’ultimo riconoscimento qui presente ma non l’ultimo in assoluto. Italiano d’origine, ha trovato la sua fortuna a Londra dove un palco internazionale gli ha concesso di diventare uno dei bartender più famosi del mondo, tanto da attribuirgli il soprannome di “Maestro” che fa tutt’uno con nome e cognome.

Dalla Costiera a Londra

Salvatore Calabrese prepara il famoso Breakfast Martini ph. Michele Tamaso x Venice Cocktail Week

Il primo drink lo crea – lo racconta lui stesso – all’età di 12 anni. Lavora a Maiori, tra gli splendori della Costiera Amalfitana, con il tempo si trasferirà a Londra per lavorare al Duke’s Hotel e poi al Lanesborough Hotel. Tra gli highlights della sua carriera, diversi momenti legati non solo ai premi ma anche ai temi di cui è stato alfiere, come il lavoro sui cocktail con distillati d’annata (ne abbiamo parlato in occasione dei cocktail vintage). A Calabrese poi è attribuibile l’invenzione di un drink che può essere considerato un “classico moderno”, il Breakfast Martini.

Da dove viene fuori il Breakfast Martini

La famosa marmellata di arance che finisce nel drink ph. Michele Tamasco x Venice Cocktail Week

A dispetto del nome, non si tratta di un vero e proprio Martini, ma è uno dei molti drink che usa il nome “Martini” nella sua dicitura. Viene preparato con gin, marmellata di arancia, cointreau e succo di limone, chiaramente servito nella coppetta del cocktail Martini. Il drink nasce alla fine degli anni ’90 mentre Calabrese lavorava al Library Bar dell’Lanesborough Hotel. “Ogni notte facevo sempre più tardi. E ogni mattina mia moglie Susan mi invitava a fare colazione con qualcosa che non fosse la mia tazza di caffè” racconta Calabrese durante la Venice Cocktail Week 2023 “una mattina mi preparò un toast con la marmellata d’arance e mi disse: mangialo! Certe volte è meglio obbedire e farlo subito, mi dissi. Il sapore di quella marmellata d’arance mi colpì subito. Sulla strada per lavoro cominciai a pensare a cosa avrei voluto farci. Non volevo aggiungere altro zucchero, volevo che il gusto fosse asciutto. Pensai quindi all’eleganza del cointreau, un po’ di limone e il gin”.

Come si prepara il Breakfast Martini: la ricetta

Gli ingredienti per la preparazione del Breakfast Martini ph. Michele Tamasco x Venice Cocktail Week

Miscelati insieme gli ingredienti venne fuori il nome, per un drink da consumare anche a metà giornata con la capacità di rimetterti al mondo, dare energia così come la moglie di Calabrese sperava facesse il toast per lui. Si può parlare anche di “Marmelade cocktail” per via del suo ingrediente principale e fare riferimento a un drink molto simile inventato nel 1920 sempre a Londra da Harry Craddock. Ecco la ricetta completa, disponibile sul sito ufficiale di Salvatore Calabrese.

Ingredienti
50 ml di gin
15ml Cointreau
15 ml di succo di limone fresco
1 cucchiaio da bar pieno di marmellata di arance tagliate finemente

Preparazione
Versare tutti gli ingredienti in uno shaker e mescolare per sciogliere la marmellata. Aggiungere il ghiaccio, agitare e filtrare in un bicchiere da cocktail raffreddato. Aggiungere il ghiaccio, shakerare e filtrare in un bicchiere da cocktail raffreddato.

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento