Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Le Storie

A Brescia c’è un ristorante dove lavorano pasticcieri e camerieri con sindrome di Down

Si chiama 21grammi ed è una realtà che ha dato lavoro e ha formato tanti giovani per lavorare in sala e in pasticceria nel mondo della ristorazione

I progetti a carattere inclusivo in Italia non si fermano. Da quelli che accolgono persone con disabilità, come la bottega Zeropercento di Milano, oppure, sempre a Milano, Locanda alla Mano, fino a MagazziniOz a Torino che offre lavoro a persone rifugiate, il nuovo bistrot di Alessandria che accoglie i detenuti del carcere di Alessandria, il pastificio nel carcere minorile di Roma, il biscottificio dentro il carcere minorile di Palermo. Sono tante le realtà che provano a far coincidere diversi obiettivi: il business della ristorazione e la qualità umana delle relazioni professionali. Dal 2016 una delle realtà più consolidate in questa direzione è 21grammi a Brescia.

La formazione delle persone con disabilità

Si tratta di un ristorante con laboratorio dove lavorano come camerieri e cuochi, tra ragazzi e ragazze, con la sindrome di down che provengono dalla realtà del Centro Bresciano Down, attivo da più di 30 anni sul territorio. Per la creazione della nuova realtà, c’è in tandem la cooperativa Big Bang, come altri nomi del territorio, tra cui la Cooperativa La Mongolfiera, Gruppo Vita e Brescia Buona. Aperto dalla mattina alla sera nel fine settimana, dalle colazioni al dopo pranzo dal lunedì al giovedì, passando per il laboratorio di pasticceria, gastronomia e panetteria, questo locale è prima di tutto un luogo in cui viene offerta l’occasione di apprendere un mestiere, quello del cuoco o del cameriere, passando per una giusta formazione assicurata da un preciso percorso.

Il lavoro in pasticceria da 21grammi

Un luogo di condivisione lavorativa

Oggi abbiamo diversi dipendenti con Sindrome di Down, selezionati dopo un percorso lungo di formazione umana e professionale con particolare attenzione alla sicurezza sul luogo di lavoro. Altri prestano la loro opera come soci volontari e altri ancora stanno facendo il tirocinio necessario al loro inserimento. Lavorano tutti part time secondo le potenzialità individuate dal team educativo. Può accadere quindi, in determinati giorni ed orari, che non ci sia alcuna persona con SD a lavorare nel locale” spiegano sul sito della Cooperativa La Mongolfiera.

L'interno del locale 21grammi

Un ristorante come un hub di formazione

Questo approccio professionalizzante ha portato in tavola un modello di lavoro che funziona da sette anni, a cui si sono aggiunti catering, eventi, spettacoli, persino i panettoni artigianali durante le festività natalizie. Merito anche alla particolare attenzione che viene riservata al cibo del giorno e allo spazio delle colazioni, con biscotti, frollini, sbrisolone, cornetti e dolci del momento. Così anche agli aperitivi nel fine settimana, arricchiti dai prodotti di panificazione. Non solo: 21grammi è diventato anche un hub formativo, permettendo di preparare i ragazzi al lavoro, per poi svolgerlo in altre sedi.

La squadra di 21 grammi (foto di 4 anni fa)

21grammi

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento