rotate-mobile
Domenica, 10 Dicembre 2023
Territorio

La vicenda del cocktail bar che gira su un vecchio furgone

Dai primi inizi ad oggi, la mixology sta occupando uno spazio sempre più ampio. In forme talvolta inusuali. Il progetto Paracelso Distillati & Compagnia lo conferma

Che cos’è che ha spinto due donne legate da un’amicizia trentennale a trasformare la loro passione per i cocktail in impresa? Il desiderio di promuovere il bere di qualità? Il bisogno di differenziarsi? L’ambizione? Sì, ma non solo. Come ci hanno raccontato Ginevra Dal Dosso e Costanza Giaconi, le proprietarie di Paracelso Distillati & Compagnia, L’energia necessaria per dare vita a un progetto insolito come il nostro è per lo più dipesa dalla necessità di non avere radici, essere vagabonde per sentirci a nostro agio ovunque”. Ora, però, una domanda sorge spontanea: che cos’è Paracelso? Ve lo spieghiamo subito.

Paracelso, il cocktail bar in movimento

Dare una definizione precisa e univoca della proposta, nata nel 2020 dalla mente di Ginevra, non è facile. Non perché non abbia un’identità, ma perché ne ha molte. Paracelso, infatti, è prima di tutto una Furgonette Citroën francese del 1967. Poi, è un cocktail bar itinerante, o meglio, un drink truck che ospita un bancone ben fornito e porta l’arte della mixology in giro per l’Italia. Infine, è anche la concretizzazione di un buon proposito: far conoscere la realizzazione di bevande alcoliche di qualità attraverso l’uso di materie prime artigianali, prodotte in Italia.

Il Negroni di Paracelso

Paracelso. Perché si chiama così?

Paracelso è la forma italiana del nome latino Philippus Aureolus Theophrastus Bombastus Von Honenheim Paracelsus. Un medico, filosofo, alchimista e astrologo svizzero del 1500 diventato famoso per il suo uso delle erbe come cura a diversi malesseri e le sue scoperte in ambito scientifico. Un uomo del passato da cui Ginevra prende ispirazione, ancora adesso, per i suoi drink a base di ingredienti naturali, tra cui anche tante piante spontanee.

Un esperimento riuscito bene

Sono state le numerose esperienze di lavoro nel settore dell’ospitalità e della ristorazione che hanno suggerito a Ginevra di dare forma alla propria idea di cocktail in movimento e sviluppare così un format innovativo. Un esperimento a cui, due anni di rodaggio dopo, si è aggiunta anche Costanza. È un’esperta nell’organizzazione di matrimoni ed eventi, oltre che grande amica di Ginevra, la quale, con le sue intuizioni originali, ha reso Paracelso perfetto per animare occasioni di diverso tipo. Oggi, infatti, dai matrimoni alle feste aziendali, dalle cantine aperte alle serate a due, il team di Ginevra e Costanza si occupa sia degli allestimenti, influenzati dallo stile bohemien tipico degli speakeasy di inizio Novecento, che della creazione di un menu ad hoc.

Un evento con Paracelso ph. Alessandro Moggi

Consapevolezza e qualità

Tuttavia, nel panorama di Paracelso, non si intravede solo la soddisfazione nel rendere un evento caratteristico, ma anche l’intenzione di offrire un servizio di alta qualità. “Cerchiamo di diffondere un’idea del bere attento e consapevole. I prodotti selezionati per le nostre invenzioni provengono da piccoli artigiani italiani, a partire dal Piemonte fino ad arrivare alla Sicilia, con focus sulle aziende Toscane, e spesso rappresentano uno stimolo per raccontare delle storie. Il nostro obiettivo non è solo quello di promuovere l’eccellenza del beverage Made in Italy, ma anche quello di trasmettere tutto l’impegno, la passione e la soddisfazione che può esserci dietro una bottiglia” hanno spiegato le amiche alla guida, in tutti i sensi, del furgoncino.

Cosa si beve da Paracelso

Le proposte di Paracelso, che vanno dai vini provenienti da piccoli produttori sparsi su tutto il territorio nazionale ai cocktail preparati da Ginevra e dai suoi bartender professionisti sono tutte espressioni di sperimentazione, ricerca e creatività. Tra i drink del locale itinerante, da gustare in loco oppure – grazie a una gamma di miscele made to serve che permette all’esperienza Paracelso di arrivare ovunque, come un vero e proprio delivery – direttamente a casa, spiccano i grandi classici.

Il Milano-Torino di Paracelso

Ad esempio, il Milano-Torino, l’aperitivo pungente e dal retrogusto amaricante e il Dry Martini, un classico intramontabile. Sono da assaggiare anche le curiose rivisitazioni di Ginevra, come il Negroni Morbido, dall’impatto più lieve rispetto all’originale, o il Gadir Martini, il Dirty Martini rivisitato pensando alla Sicilia e alle nere e incontaminate rocce dell’isola di Pantelleria. Senza dimenticare i drink fatti su misura, creazioni pensate per ri-educare il palato dei clienti e andare incontro alle richieste di un pubblico sempre più ampio e variegato.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento