Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Territorio

A Senigallia c’è l'unico cocktail bar che è anche una profumeria

si chiama Gocce il nuovo cocktail bar aperto dall’eclettico bartender Oscar Quagliarini. Un locale dove ogni spirito è autoprodotto e c’è anche una profumeria artigianale nata dalla passione del suo proprietario per le essenze

Gocce è il nuovo cocktail bar dell’eclettico e fantasioso bartender Oscar Quagliarini, insieme al socio e amico Alberto Catalani. Aprirà a Senigallia a metà maggio nel suo affascinante centro storico, in Piazza del Duca 12, città di cui abbiamo già avuto modo di parlare per la sua interessante proposta gastronomica. Un locale anticonformista come anticonformista è il suo ideatore, da anni impegnato nella sperimentazione e nello studio delle essenze e della profumeria, oltre che degli spiriti. Un tratto presente anche da Gocce, cocktail bar senza brand e bottigliera (tutto viene prodotto in casa), e anche negozio di profumi e d’abbigliamento.

Gocce il bancone del locale

Gocce: il nuovo locale dell’eclettico bartender Oscar Quagliarini

L’idea di aprire Gocce nasce due anni fa ed è un po’ il punto di arrivo di una lunga carriera passata a miscelare nei migliori locali d’Italia e d’Europa, firmando consulenze e cocktail list che si distinguono per un aspetto peculiare. Infatti Quagliarini, classe 1978 e nato a Senigallia, non è un semplice bartender ma un appassionato di essenze, profumi, erbe che traduce in bevande e non solo. Si potrebbe definire, infatti, un naso a servizio della mixology da sempre impegnato a creare liquori, distillati, linee di prodotti per il bartending e poi anche profumi. È infatti a Parigi che si avvicina a questa arte, studiando dalla maestra Annick Goutal, portando poi la scienza e le tecniche della profumeria nel mondo degli spiriti. Ne è un esempio il suo laboratorio artigianale Le Garagiste, sempre a Senigallia, dove Quagliarini crea e sperimenta come un alchimista. E ora la nuova avventura di Gocce, che è un po’ “l’unione di tutte queste cose”.

Il cocktail bar e profumeria a Senigallia dove non ci sono brand

Gocce non è un classico cocktail bar, perché è il primo locale completamente no brand, produciamo artigianalmente ogni singolo prodotto che viene poi imbottigliato” ci spiega Quagliarini. Tutto infatti viene autoprodotto: gin, tequila, mezcal, vodka, bitter, liquori, amari, vermuth, grazie alla collaborazione con Italia Liquori a Perugia. La drink list comprende 9 signature e 3 analcolici “studiati sulla base della frenologia, la pseudoscienza che indaga il rapporto tra funzioni psichiche e aree del cervello. Perciò ogni cocktail avrà un colore e un gusto diverso che va a stimolare ricordi e sensazioni”. Un aspetto che ha sempre intrigato Quagliarini nel suo lungo lavoro a contatto con essenze e profumi, e che qui prende forma anche grazie alla nascita della sua profumeria.

Oscar Quagliarini e le sue essenze

Gocce è anche un negozio di profumi creati da me. La linea si chiama NN e comprende 20 fragranze che hanno come tema il viaggio, i miei ricordi, le persone a cui tengo” ci racconta. Come quella creata per il figlio Leo: “Si chiama Autismo blu ed è a base di zenzero blu della Cina, camomilla dell’Egitto, sentori ozonici, sale e salicornia”. Ma le essenze e i profumi, come ci spiega Quagliarini, non entrano nella cocktail list “perché ho voluto separare le cose e non creare confusione”. Un lavoro già iniziato con Le Garagiste, locale aperto a Senigallia e ora confluito all’interno di Gocce: “Le Garagiste è il mio laboratorio e tutto verrà trasferito nel nuovo locale di Piazza del Duca”. Ma non finisce qui perché Gocce sarà anche negozio di abbigliamento: “C’è un corner dove si venderà la mia linea di streetwear Santa Punk”.

Cosa si mangia da Gocce, locale ispirato alla Berlino anni ‘80

Da Gocce si potrà accompagnare la bevuta con alcuni piatti, semplici e da condividere. “Avevo pensato di fare dei toast all’inizio ma ho cambiato idea. L’offerta sarà prevalentemente di pesce: quindi tartare, affettati di mare come il prosciutto cotto di spada, carpacci di tonno”. L’atmosfera ricorderà i locali di Berlino est negli Anni ’80: “Vernice materica alle pareti, lampade recuperate nelle miniere di carbone in Ucraina, un bancone in lamiera nero opaco e sedute alte in ferro e legno”. I coperti sono 28 e si aggiungono altri 36 posti all’esterno, nel dehors. Gocce è dunque l’ultimo lavoro di un personaggio sui generis nel bartending, capace di aver unito più mondi in un viaggio sensoriale e olfattivo non certo comune.

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento