rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una delle carbonare più buone ed economiche di Roma si fa al mercato rionale: il video

La food creator Giulia Balestra scopre e prova la carbonara della Trattoria Macelleria Picchiapò e Scottadito. Ecco come si mangia al box con cucina casereccia al mercato rionale di Colli Aniene, a prezzi contenutissimi

Abbiamo già detto più volte delle potenzialità gastronomiche dei mercati rionali di Roma, non solo per fare la spesa, e nella nostra mappatura sarà il caso di inserire anche quello di Colli Aniene. La giovane creator romana da 220mila followers (solo su YouTube) Giulia Balestra — in arte Giulia Crossbow — ha infatti scovato proprio in un box che si trova lì quella che secondo lei è una delle carbonare migliori della Capitale. Che oltre che su gusto e qualità punta forte sul prezzo, a dir poco competitivo, di 6,99€. La sua videorecensione.

Il banco di della Trattoria Macelleria Picchiapò e Scottadito

La Carbonara della Trattoria Macelleria Picchiapò e Scottadito

Il banco del signor Fabio è al banco numero 28 del mercato. Nasce come macelleria e poi diventa anche trattoria, tutto insieme sotto il nome significativo di Picchiapò e Scottadito. Si viene, ci si accomoda a tavolini e sedie di plastica “poco pettinati e poco pretenziosi, come quelli del campeggio!” e si ordina quel che arriva espresso dalla piccola cucina.

Giulia Crossbow e la Carbonara

Assaggi di spezzatino di Scottona coi fagioli, rognoncino con le cipolle di Tropea, bruschetta con straccetti di cuore alla pizzaiola e funghi freschi alla picchiapò. Poi i primi romani, tra i quali Balestra individua subito la carbonara. Sul piatto — “che somiglia a quelli di nonna” — arrivano spaghetti cotti al dente e cremosi il giusto. Poi guancialebello grossolano, non troppo croccante ma ben cotto”, Pecorino Romano e una generosa quota di pepe nero.

La Carbonara della della Trattoria Macelleria Picchiapò e Scottadito

Il commento alla prima forchettata? “A rega’, è bona!”. Un quartino di rosso della casa, pannacottina ai frutti di bosco, scontrino leggero e servizio amichevole: la prova che mangiare benissimo, senza troppi fronzoli, si può.

Video popolari

Una delle carbonare più buone ed economiche di Roma si fa al mercato rionale: il video

CiboToday è in caricamento