rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un nuovo documentario italiano svela il nesso tra allevamenti intensivi e potere politico. Il trailer

Si chiama “Food for profit” il documentario di Giulia Innocenzi e Pablo D'Ambrosi che porta alla luce gli orrori degli allevamenti intensivi di tutta Europa. Smascherando anche il sistema iniquo che lega lobby e istituzioni

Food for profit è il nuovissimo documentario diretto da Giulia Innocenzi e Pablo D'Ambrosi che mostra il collegamento tra industria della carne, lobby e potere politico. Un’inchiesta che è durata più di 5 anni, volta a portare alla luce gli orrori degli allevamenti intesivi in giro per l’Europa e le iniquità del sistema. A tutti i livelli, soprattutto istituzionali. Smascherando conflitti di interesse, ipocrisie, occultamenti che hanno come comun denominatore i palazzi del potere. Da Bruxelles alle campagne più industrializzate, la giornalista Giulia Innocenzi in prima persona si confronterà con allevatori, multinazionali e politici. Un viaggio scioccante ma al tempo stesso che fa aprire gli occhi su un argomento fondamentale per la salute pubblica e per l’ambiente. In questo video il trailer.

Un allevamento intensivo

Food for profit: tra allevamenti intensivi, palazzi di potere e lobby

Food for profit è un lavoro monumentale all’interno del sistema degli allevamenti intensivi di tutta Europa. Grazie a una rete di infiltrati che hanno lavorato sotto copertura in questi campi di concentramento per animali, si mostrano le barbarie compiute quotidianamente dietro la produzione di carne e formaggi. Giulia Innocenzi e Pablo D’ambrosi svelano anche la connivenza delle istituzioni che finanziano con i soldi pubblici questo sistema iniquo e corrotto. Non solo dal punto di vista dei diritti degli animali ma anche per quanto riguarda l’inquinamento delle acque, lo sfruttamento dei migranti, la perdita di biodiversità. Nel documentario si mostrano scene forti che non hanno il solo scopo di scioccare ma di mettere lo spettatore davanti a delle verità che non possono essere taciute. Anche alla luce delle politiche europee, come il Green Deal o il PAC, dichiarate dai giornalisti di Food for profit inefficaci e poco penetranti, nonché complici del finanziamento di questo sistema. Intento di Giulia Innocenzi e Pablo D’ambrosi non è quello di far smettere di mangiare carne, ma solo far aprire gli occhi su quello che accade alla luce del sole a tutti i livelli, anche politici.

Video popolari

Un nuovo documentario italiano svela il nesso tra allevamenti intensivi e potere politico. Il trailer

CiboToday è in caricamento