rotate-mobile
Sabato, 30 Settembre 2023
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Futuro di Marinara. Un video spiega come si prepara la pizza più famosa d’Italia

Il pizzaiolo casertano Francesco Martucci reinterpreta una delle tonde più classiche con una preparazione all’avanguardia. Il video con i consigli per farla anche a casa

Si fa presto a dire Marinara. Ma mentre il matrimonio tra pomodoro, aglio e origano — vincente sulla tonda da qualche secolo — rimane un passe-partout dinanzi a menu troppo lunghi e un rifugio sicuro anche per preparazioni domestiche, ne esistano rivisitazioni che, in mano a grandi artigiani, raggiungono livelli stellari. Parliamo, ad esempio, della Futuro di Marinara di Francesco Martucci, una delle proposte che hanno consolidato il successo della sua I Masanielli di Caserta.

Francesco Martucci al lavoro

I segreti della Futuro di Marinara di Francesco Martucci

Chi l’ha detto che i grandi classici della gastronomia non abbiano margini di miglioramento? Come spiega Martucci, la sua interpretazione “nasce dalla voglia di sperimentare e far provare ai clienti un’esperienza nuova”. Un esperimento sicuramente riuscito, a giudicare dalla quantità di premi e riconoscimenti ricevuti, dove la preparazione di un impasto a lunga maturazione (almeno 24-36 ore) precede il passaggio chiave: la tripla cottura. A un primo step a vapore segue infatti una frittura in olio, la farcitura e infine l’ultima “asciugatura” in forno (spoiler: non deve essere necessariamente a legna per dare risultati eccellenti).

La Futuro di Marinara di Francesco Martucci

La triade di base — pomodoro, aglio e origano — nella versione casertana risulta più ricca dell’omologa napoletana, grazie al rinforzo di olive caiazzane, capperi di Salina e alici di Trapani. Una pizza dorata, al contempo morbida e croccante. Possibile? Alla fine del video il taglio e il relativo “crunch” che lo conferma.

Sullo stesso argomento

Video popolari

Futuro di Marinara. Un video spiega come si prepara la pizza più famosa d’Italia

CiboToday è in caricamento