rotate-mobile
Sabato, 20 Aprile 2024
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il filmato dall’interno del nuovissimo museo della gastronomia che apre a Napoli

Apre a dicembre, nel pieno della frenesia natalizia, con una proposta estesa nella metratura e molto particolare nei contenuti. L’intervista agli ideatori

Il cibo elevato ad arte da guardare, annusare, toccare e – ovviamente – mangiare: questo è il MUTE, il primo Museo della tradizione enogastronomica che apre i battenti in pieno centro a Napoli, in via Bracco, tra il centro storico e le più affollate vie dello shopping. Ne abbiamo già parlato in anteprima qui. “Tutto quello che viene esposto qui, potrà essere anche acquistato” spiegano. E infatti ci sarà anche un bar, che però non toglierà centralità alla parte del racconto.

Il museo che è anche negozio del cibo campano

Articolato su tre livelli, per una superficie considerevole (prima la occupavano, tra l’altro, un istituto bancario e un supermercato), un programma che comprende anche eventi specialistici di formazione, il Mute nasce da un’idea dell’imprenditore Diego Minutaglio che ha coinvolto fin da subito nel progetto l’amico di sempre Luigi Lamberti, avvocato, come raccontano nell’intervista a CiboToday. “È un viaggio che parte da Napoli e che arriva a tutti i meandri della regione” spiegano gli ideatori, sottolineando che non è solo di Napoli che si parla, ma di Campania tutta.

Una galleria d’arte ma dove si mangia: si può fare?

Chiaramente alte le aspettative e ancora di più la curiosità tra gli addetti del settore enogastronomico ma anche per i semplici visitatori, per quella che si annuncia come una galleria d’arte esperienziale dei migliori prodotti – freschi o cucinati – della Campania, con una forte attenzione al racconto delle persone, della storia e della tradizione che c’è dietro. Dopo la presentazione ufficiale alla stampa, il 18 dicembre 2023, il Mute sarà visitabile nel fine settimana e ha in calendario una serie di cene su prenotazione per le serate del 20, 21, 22, e 23 dicembre, ma la vera anima la mostrerà nella primavera del 2024, quando è atteso il programma definitivo degli eventi e l’apertura di tutti e tre i livelli della nuova attività.

Video popolari

Il filmato dall’interno del nuovissimo museo della gastronomia che apre a Napoli

CiboToday è in caricamento