rotate-mobile
Martedì, 27 Febbraio 2024
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il video che spiega ricetta e trucchi per fare bene il Negroni

Un cocktail simbolo di italianità con oltre cento anni di storia, che però non accenna a invecchiare. Anzi. Ecco come vanno miscelati vermouth, bitter e gin per non sbagliare nulla

Se dovessimo scegliere un cocktail che è emblema di italianità in tutto il mondo, probabilmente opteremmo per il Negroni. Da qualche tempo in grandissimo spolvero dopo alcuni decenni di appannamento. In tanti amano ordinarlo per l’aperitivo al bar, ma in quanti sarebbero in grado di prepararlo da sé, senza in incappare in erroracci che compromettono il risultato? Questo video della piattaforma Italian Bartender è la soluzione, con la ricetta e i trucchi per miscelarlo anche a casa, concentrati in quattro minuti.

Un cocktail Negroni

La ricetta del Negroni perfetto

Piccola nota storica, per chi non ne conoscesse la traiettoria: il cocktail porta il cognome di colui che l’ha inventato, oltre un secolo fa. Parliamo della Firenze tra il 1919 e il 2020, dove il conte Camillo Negroni, appena rientrato da viaggi in Inghilterra, domandò al barista del Caffè Casoni di sostituire il seltz del suo abituale Americano con del gin. Nacque così un miscelato amatissimo, che a sua volta si è evoluto in varianti e interpretazioni (a volte per errore, ma di grande successo) replicate in tutto il mondo.

I voli pindarici della mixology contemporanea erano ancora di là da venire, e gli ingredienti sono rimasti i soliti tre: un buon vermouth, il bitter Campari e il London Dry Gin. Il video spiega come combinarli per bene, partendo da un mixing glass ben ghiacciato nel quale versare i liquori in parti uguali, un’oncia ciascuno. Con un cucchiaio si mescola delicatamente, per lasciar sciogliere un poco il ghiaccio e garantire una giusta diluizione, e infine si versa nel bicchiere. Quale scegliere? Per replicare le preferenze del conte è meglio scegliere un’elegante coppa, invece del solito tumbler basso. Infine, il tocco del professionista: una scorzetta di arancia “twistata” sul drink e passata non solo sul bordo, ma anche sullo stelo del bicchiere, in modo che l’odore agrumato amplifichi ogni sorso.

Si parla di

Video popolari

Il video che spiega ricetta e trucchi per fare bene il Negroni

CiboToday è in caricamento