rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I segreti del Pad Thai, emblema dello street food thailandese. La videoricetta

Lo chef italiano Andrea Accordi, a capo del ristorante del Four Seasons di Bangkok, svela i retroscena dei noodles saltati. Un piatto simbolo della cultura gastronomica thailandese, tutta incentrata sul cibo da strada

Ci sono pochi piatti che esprimono la varietà della cucina italiana come la pasta. Ma — lo sappiamo bene — su questo alimento non possiamo vantare un primato, poiché si trova in una moltitudine di versioni in tutto il mondo. Una delle più interessanti è forse il Pad Thai, piatto simbolo della cucina thailandese con noodles, carni e verdure varie, che nasce come street food. Si trova ovunque, per le strade del paese come nei mercati, ma a spiegarci tutti i segreti in questo video è lo chef italiano del Four Seasons di Bangkok Andrea Accordi. Insieme a lui Anchalee Ponrugsit, che spiega come trattare gli ingredienti e gestire il wok. Il segreto? La salsa al tamarindo.

Andrea Accordi e Anchalee Ponrugsit preparano il Pad Thai

La ricetta del Pad Thai del Four Seasons di Bangkok

Il Pad Thai si è diffuso in Thailandia nel dopoguerra, quando una carenza di riso ha portato a usare i noodles”, spiega Accordi nel filmato di ItaliaSquisita. L’elemento chiave è proprio la salsa, che si fa con polpa di tamarindo, scalogno, salsa di pesce, nonché una miscela di zuccheri, per equilibrare dolcezza e acidità.

Gamberi nel wok per il Pad Thai

Ogni regione lo condisce a modo suo, ma a Bangkok si prediligono gamberi di mare e di fiume, dal corso d’acqua che attraversa la città. Si parte scottando al wok i gamberi, che si tengono da parte. Poi si salta in olio il tofu, i gamberetti secchi (immancabili in molte ricette thai), lo scalogno e l’uovo. Quando tutto è ben amalgamato si aggiungono i noodles di riso e un po’ d’acqua, per far cuocere la pasta.

Pad Thai

È poi il momento della salsa al tamarindo, dei germogli di soia, dell’erba cipollina e del peperoncino, prima di finire il piatto con un gamberone grigliato, arachidi tostate e — aggiunta fondamentale — succo fresco di lime. Le indicazioni sono semplici e gli ingredienti, volendo, si possono trovare nelle botteghe internazionali: per un ottimo Pad Thai non c’è bisogno di volare fino a Bangkok.

Video popolari

I segreti del Pad Thai, emblema dello street food thailandese. La videoricetta

CiboToday è in caricamento