Martedì, 16 Luglio 2024
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il ristorante romano di Nicolas Vaporidis a Milano: come si mangia e quanto si spende

La youtuber romana Giulia Crossbow ha provato assieme ad altri creator gastronomici il ristorante Taverna Trastevere di Nicolas Vaporidis a Milano. Ecco la videorecensione completa, tra polpette al sugo, animelle fritte, amatriciana e saltimbocca. Carbonara e supplì da migliorare. Quanto avrà speso?

Molti attori, cantanti, marchi di moda e sportivi, soprattutto calciatori, hanno visto nei ristoranti una possibilità di investimento allettante. Negli ultimi anni, celebrità come Claudio Amendola a Roma e Cristiano Caccamo si sono avventurati nel mondo della ristorazione. Lo stesso hanno fatto molti influencer e youtuber: da Mocho a Leonardo Bocci. Questi investimenti riflettono una tendenza crescente tra le celebrità a diversificare le loro attività, trasformando le loro passioni culinarie in veri e propri business di successo.

Adesso, dopo Diego Abatantuono con la sua Meatball Family, Lino Banfi con la sua orecchietteria, Piero Chiambretti con i suoi ristoranti a Torino e Fabio Volo a Reggio-Emilia, anche l’ex celebre attore Nicolas Vaporidis ha aperto un locale a Milano. Un fenomeno che non passa inosservato a Giulia Crossbow (Giulia Balestra), la creator romana che aveva già recensito anche il Quintalino di Cattelan e Panella, nonché il nuovo ristorante di Max Mariola in Brera a Milano. “A me ‘sta cosa che molti personaggi televisivi, a un certo punto si buttano nella ristorazione me intriga”, afferma nel video. La venticinquenne non si lascia sfuggire quindi il locale dell’ex attore romano protagonista di “Notte prima degli esami”, e in questo video ci racconta cosa e come si mangia, nonché quanto si spende da Taverna Trastevere.

Taverna Trasteevere a Milano

Taverna Trastevere: il ristorante di Vaporidis a Milano

Nicolas Vaporidis ha mollato definitivamente la recitazione e ha aperto il suo secondo ristorante insieme al socio Alessandro Grappelli: Taverna Trastevere, in omaggio al quartiere dove è nato e cresciuto. Dopo quello a Londra – dove vive – aperto nel 2021, lo scorso dicembre ha raddoppiato con un secondo locale a Milano nella zona di Brera, in via Statuto 16. “Il locale di Milano è un po’ più sistemato rispetto anche a quello londinese, più milanese, proprio come quello di Max Mariola. Mi immagino che anche i prezzi saranno milanesi...”, si lascia sfuggire prima di entrare.

Come e cosa si mangia al ristorante di Nicolas Vaporidis: la recensione della youtuber

Questa volta la youtuber romana da 215 mila follower va a testare il ristorante insieme all’amico e food creator Alessio Pellizzoni, ma il format non cambia. Sulla porta d’ingresso c’è un grosso schermo con il menu che scorre, dove già si possono vedere i prezzi. Si siedono a tavola in quattro e Giulia ordina 4 antipasti, 3 primi, 2 secondi e un dolce. L’assaggio inizia nel migliore dei modi con la trippa alla romana “con dose generosa di pecorino e molto mentosa”. Prosegue con l’animella fritta che apprezza - “le mangerei all’infinito, so come pop corn che si sciolgono in bocca” – ma non come le polpette al sugo che la lasciano letteralmente senza parole da quanto sono buone. “Clamorose, morbidissime… so sparite in bocca”. Non la convincono a pieno i supplì che, nonostante il goloso ripieno con ragù e abbondante mozzarella, sono un po’ troppo unti.

Mentre aspettano la pasta, arriva una sorpresa dalla cucina: baccalà in oliocottura agli agrumi con passatina di ceci. Arrivano quindi i primi con pasta fresca fatta in casa (come il pane), che sono piuttosto abbondanti. Piace la cacio e pepe, “equilibrata e con la giusta cremina”, ma ancor di più l’amatriciana (commenta solo con “tanta roba!”). Meno entusiasta per la carbonara che secondo lei è esageratamente cremosa: “faccio una piccola critica: c’è talmente tanta crema che ho bisogno di acqua. Il gusto però è buonissimo”. Buonissimi e teneri i saltimbocca alla romana, “una bomba” il coniglio alla cacciatora. “Sono dei maghi con tutto ciò che è ‘sughettoso’”, commenta. Il pranzo termina con due super maritozzi, ripieni con panna montata e crema: “l’impasto è buonissimo, non troppo dolce. Mi ricorda un po’ quello di Santopalato, anche se quello viene fatto con il grano arso”.

Nicolas Vaporidis con il socio Alessandro fuori dalla loro insegna londinese

Pro e contro del ristorante Taverna Trastevere secondo Giulia Crossbow

Alla fine il bilancio è super positivo, la creator appare sodisfatta e piacevolmente sorpresa. Per tutti i piatti elencati spendono 228€, circa 57€ a testa. “Facendo anche dei paragoni con altri locali di personaggi famosi, avevo aspettative medio basse. Mi aspettavo di mangiare discretamente e spendere un sacco. Non ho speso poco è vero, ma abbiamo mangiato bene e tanto”, commenta la Crossbow. Unico tasto dolente la frittura non perfetta dei supplì e la carbonara troppo cremosa. Il piatto che le è rimasto più impresso? “Se ci vai pijate le polpette al sugo, mi raccomando. Sui sughi sono delle spade! Un plauso al bagno, troppo bello”.

Video popolari

CiboToday è in caricamento