rotate-mobile
Lunedì, 4 Marzo 2024
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come si prepara la torta di rose? Il video

Il laboratorio artigianale Infermentum di Verona la fa dal 2015, quando i fondatori hanno deciso di cambiare vita e dedicarsi alla pasticceria. Oggi i loro lievitati sono famosi nel mondo

Cosa non si farebbe per la pasticceria. Non esiste altro settore gastronomico che sia capace di affascinare, stuzzicare e stimolare la fantasia quanto quello dedicato ai dolci. Sarà che il dessert non si mangia (quasi) mai per fame, bensì per gratificarsi e per la soddisfazione che danno tutte le cose buone, belle e superflue. La storia di Elisa Dalle Pezze, Francesco Borioli, Luca Dal Corso la dice lunga: due ingegneri e una professionista del marketing che hanno deciso nel 2015 di cambiare rotta e aprire a Stallavena, in provincia di Verona, Infermentum per dedicarsi alla preparazione di lievitati di tutti i tipi. Dai primi 500 panettoni sfornati quasi per gioco, oggi la loro azienda produce quasi 100mila pezzi l’anno, che viaggiano verso più di 200 punti vendita nel mondo grazie all’e-commerce.

La torta di rose di Infermentum in preparazione

La torta di Rose di Infermentum

Come si spiega tanto successo? Tanto per iniziare con la qualità dei prodotti, che deve molto al lievito madre che i ragazzi curano dal 2014. Poi dalla scelta di materie prime di alta qualità, raffinate il meno possibile e gestite soprattuto a mano. Nel laboratorio, infatti, non c’è che qualche impastatrice, nonostante i grandi volumi della linea. Mentre dei panettoni — primo amore dei soci — abbiamo già detto, va citato un prodotto che è diventato un altro must: la torta di rose, richiestissima tutto l’anno. Rispetto all’“originale” mantovano, che si prepara con lievito di birra e una bagna alcolica con la quale si cosparge una volta sfornata, la loro versione adopera, naturalmente, la pasta madre e non prevede l’addizione di sciroppi. Semplice ma laboriosa, la torta si ottiene da quattro lavorazioni suddivise in intervalli di 8-10 ore, con una lievitazione finale molto lunga. È poi arricchita da una fondamentale emulsione di burro e zucchero di canna, che la rende soffice e golosa. In questo video si vedono tutti i passaggi che permettono di consegnare ai clienti un ottimo dolce, giusto per la colazione e la merenda. Il consiglio dei professionisti? Scaldarlo in forno per 10 minuti prima di assaggiarlo, in modo da lasciar esprimere tutti gli aromi e i profumi.

La torta di rose Infermentum all'uscita dal forno

Infermentum

Via Nicolò Copernico, 38 — Stallavena-Iugo (Verona)

3387025550

@infermentum

Video popolari

Come si prepara la torta di rose? Il video

CiboToday è in caricamento