rotate-mobile
Venerdì, 23 Febbraio 2024
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il miglior ristorante del Sudamerica festeggia 15 anni. Il video per scoprire cosa si mangia

Cosa si mangia al ristorante Central di chef Virgilio Martinez a Lima in Perù? Piante amazzoniche, vegetali sconosciuti, menu altinometrici: il viaggio gastronomico porta alla scoperta della biodiversità peruviana

Il Central è stato nominato dalla classifica dei World’s Best 50 Restaurant come miglior ristorante al mondo. Si trova a Lima, in Perù, ed è capitanato dallo chef Virgilio Martinez, classe 1977, che con il suo lavoro di profonda ricerca sugli ingredienti ha portato il mondo intero a puntare i riflettori sulla cucina dell’America Latina. Il Central infatti si è aggiudicato il podio per la visione unica che ha sul concetto di gastronomia, capace di costruire e codificare il mondo degli ecosistemi peruviani all’interno di percorsi culinari con oltre 200 ingredienti. Piante amazzoniche, pelle di pirana, vegetali sconosciuti: in questo video il viaggio del gastronomo Alexander The Guest.

Central Lima

Il Central di Lima: un menu con oltre 200 ingredienti

Virgilio Martinez insieme alla moglie Pía León, anche lei chef, hanno aperto il Central nel 2008 all’interno di una struttura vecchio stile di Miraflores, distretto a sud di Lima. Dopo un lungo peregrinare in giro, tra Europa e resto del mondo, lo chef è tornato in patria con l’intento di costruire un locale basato sulla ricerca minuziosa di ingredienti sconosciuti che rappresentano la biodiversità della sua nazione. Una ricerca maniacale delle antiche tradizioni culinarie peruviane, portate a galla da una brigata che lavora come fossero spedizionieri alla scoperta di materie prime rare ed espressione dell’immenso patrimonio gastronomico peruviano. Oltre 200 ingredienti in carta, che si traducono in un menu degustazione altinometrico: dal mare fino ad arrivare alle vette andine, raggiungendo i 400 metri di altitudine. Granchi, ragni di mare, anemoni rossi, stelle marine, materie prime coltivate a 3800 metri, al Central di Lima va in primo piano la natura. Un lavoro millimetrico sul prodotto che lo rende sicuramente unico nel panorama attuale della gastronomia mondiale.

Video popolari

Il miglior ristorante del Sudamerica festeggia 15 anni. Il video per scoprire cosa si mangia

CiboToday è in caricamento