rotate-mobile
Domenica, 25 Febbraio 2024
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Video su 6 modi diversi di fare la polenta secondo un ristorante in Valchiavenna

Lo chef Stefano Masanti del ristorante stellato Il Cantinone a Madesimo ci spiega 6 ricette per servire una polenta a regola d’arte. Dalla tradizionale, taragna, fino a versione più gourmet

Quando si parla di piatti tradizionali del nord Italia non si prescinde dalla polenta. Ricetta diffusissima in tutto l’arco alpino, la polenta è un alimento rustico e sostanzioso. Capace di riscaldare durante i rigidi inverni, grazie al suo importante apporto calorico, questa pietanza si consuma soprattutto in Veneto, tra le provincie di Bergamo e Brescia e nel nord della Lombardia, ma anche in Valle d’Aosta e Piemonte. In realtà la polenta è un piatto diffusissimo un po’ in tutto il mondo, farinaceo di mais o di altri cereali che si ritrova anche nell’alimentazione di tante popolazioni in America del sud e centrale. In bianco o con salsiccia e spuntature, oppure concia con abbondanti dosi di formaggio e burro, la polenta è facile da preparare e dal risultato sempre appagante. In questo video lo chef e proprietario del ristorante stellato Il Cantinone a Madesimo, Stefano Masanti, ci spiega 6 versioni differenti per fare la polenta. Da quella più tradizionale alla taragna, passando attraverso versioni più gourmet e innovative.

La polenta taragna-2

La polenta: piatto millenario comune a tutto il mondo

Considerata in tempi antichi il pane del popolo, la polenta è un alimento base ancora oggi diffuso in molti paesi del mondo. Infatti la sua storia è antichissima essendo già in uso tra Sumeri ed Etruschi, e la sua diffusione si lega alla commercializzazione del mais. Cereale base per la creazione della polenta, questo è infatti il cereale più fin dalla sua comparsa in Europa dopo l’importazione dalle Americhe nel XVI Secolo. Non mancano altre tipologie di polenta. Prima fra tutte la polenta taragna, tipica delle valli bergamasche, in cui parte della farina di mais è sostituita con quella di grano saraceno. Oppure la polenta bianca, creata con una tipologia di mais diverso. Per una buona gestione della polenta è necessario un paiolo e... tanta pazienza. La polenta infatti ha bisogno di un occhio sempre vigile e di braccia forti per essere girata in continuazione.

Video popolari

Video su 6 modi diversi di fare la polenta secondo un ristorante in Valchiavenna

CiboToday è in caricamento