rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Max Mariola ci spiega in questo video come fare pasta patate e provola

Una ricetta napoletana che viene da lontano e che ancora oggi si trova nei menu di ristoranti e trattorie. In questo video lo chef Max Mariola ci spiega come realizzarla

Tra i piatti simbolo della cucina partenopea c’è sicuramente pasta patate e provola. Comfort food per eccellenza, piatto godurioso e sostanzioso, caratterizzato da un gusto pieno e ricco di sapore. Se si va a Napoli non c’è trattoria tradizionale che non lo serva, un piatto presente nei menu della città come nelle domeniche in famiglia. Pochi ingredienti, semplici ed economici che ricordano le sue origini umili. Una pasta che nasce dall’unione di due carboidrati a cui si aggiunge il formaggio provolone che da un’importante spinta umami alla ricetta. Cremosa e filante, la pasta patate e provola oggi si realizza in diversi varianti anche se la versione tradizionale prevede esclusivamente l’utilizzo di pasta mista al suo interno. In questo video lo chef Max Mariola vi guida nella realizzazione di questo piatto napoletano, svelando trucchi e segreti.

La pasta patate e provola di Napoli: la ricetta e le origini

Tra i piatti più amati della cucina napoletana, la pasta patate e provola ha origini antiche. Un piatto che inizia a diffondersi nel XVII secolo, grazie alla consolidata presenza nel territorio di pastifici e alla facile reperibilità delle patate. Due prodotti a basso costo e dagli importanti valori nutritivi, ingredienti perfetti per sfamare le famiglie povere di Napoli e dintorni. La sua comparsa in un libro di cucina si ha nel 1773, quando nel volume il “Cuoco Galante” di Vincenzo Corrado si ha la prima testimonianza scritta. Per capire se la pasta patate e provola è cotta al punto giusto a Napoli si procede con la cosiddetta “azzeccata”. Infatti la pasta non deve essere liquida ma piuttosto collosa e ben amalgamata, tanto che se si gira il piatto o la pentola il suo contenuto deve rimanere saldo sul fondo. Non resta che provare.

Si parla di

Video popolari

CiboToday è in caricamento