Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
Milano

Mangiare in un ristorante di alta cucina in meno di un'ora? A Milano ci provano

La messa in discussione delle liturgie dell'alta ristorazione passa anche dalla critica che sempre più clienti fanno ai tempi troppo lunghi di un pasto gourmet. Al ristorante Seta di Milano hanno avuto un'idea

La questione dei tempi necessari per un pasto gourmet con tutti i crismi è sempre più attenzionata. Anche perché è via via più nutrita la schiera dei clienti e dei commensali che da una parte vogliono provare cucine ricercate e di avanguardia, ma dall'altra non hanno intenzione di subire un sequestro di persona che può agevolmente superare le tre ore.

E così molti chef stanno ripensando la formula individuando possibilità che consentano al personale di sala di stringere i tempi, portandoli più vicini alle 2 ore di esperienza che alle 4. Al Seta, influente ristorante di Milano all'interno dell'Hotel Mandarin con a capo delle cucine Antonio Guida (da poco anche chef consultant del ristorante Orsini al Mandarin Savoy di Zurigo) la riflessione si è spostata anche sul pranzo. A mezzogiorno in effetti la necessità di non attardarsi non è solo questione di piacere o di gusti, ma risponde all'opportunità di tornare in ufficio e dar seguito agli appuntamenti e alle telefonate del pomeriggio.

Chef Antonio Guida - credit Tyson Sadlo

A Milano si pranza al ristorante 2 stelle Michelin in 50 minuti

E così al Seta del Mandarin di Milano nasce il progetto "Colazione" che promette ai commensali un pranzo in 50 massimo 60 minuti comprensivo di snack iniziali, due piatti e un dolce. Con la certezza anche di una spesa fissa e senza sorprese (cosa preziosa quando si invita un collega o un cliente per un pranzo d'affari) che sarà di 95€ (110 se si aggiunge un calice).

Il menu sarà per così dire a sorpresa e pensato dalla cucina in base alla spesa di giornata e alle richieste dei clienti. L'unica cosa che verrà chiesta sono preferenze o allergie. A quel punto chef Antonio Guida prepara un menu all'impronta, magari anche con delle anteprime di piatti che entreranno nei giorni successivi nel normale menu del Seta, oppure con dei piatti già presenti in carta come quelli nella gallery fotografica qui di seguito. "Cerchiamo di lavorare sul fattore tempo, che è sempre più strategico, ma anche sul fattore divertimento e coinvolgimento" spiegano dal Seta che a Milano è uno dei pochi ristoranti iper-stellati a essere aperto anche a pranzo.

Mangiare tardi al Mandarin di Milano dopo il teatro

Intanto al Garden, il ristorante più informale dell'Hotel hanno approntato - a proposito di tempi - un progetto chiamato "Nessun dorma" che permette un veloce pasto gastronomico a chi termina di vedere lo spettacolo nel vicinissimo Teatro della Scala. Su queste faccende relative ai "tempi" della ristorazione abbiamo velocemente parlato con Antonio Guida in questo video qui sopra. Insomma facendo girare bene le preparazioni, la scelta degli ingredienti e il rapporto tra cucina e sala si può mangiare in maniera molto complessa senza rassegnarsi a tempistiche totalizzanti...

Ristorante Seta - Mandarin Oriental Hotel

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mangiare in un ristorante di alta cucina in meno di un'ora? A Milano ci provano

CiboToday è in caricamento