Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Giovedì, 22 Febbraio 2024
Bar Pasticcerie Gelaterie

La super gelateria Otaleg apre a Roma un nuovo spazio con gelato, caffè e dolci

Entro metà giugno 2023 il maestro gelatiere Marco Radicioni raddoppia a Monteverde. Ecco come sarà la sua gelateria con bakery e specialty coffee

Marco Radicioni — uno dei migliori gelatieri d’Italia in assoluto, con il suo pluripremiato Otaleg di Trastevere, a Roma — è al lavoro da ben quattro anni su un progetto ambizioso. Che sta finalmente per vedere la luce. Aprirà infatti ufficialmente il 14 giugno 2023 la nuova insegna in zona Monteverde, area sempre più ricca di realtà gastronomiche che avrà tra poco un’altra bottega di eccellenza. Gelato, sì, ma anche dolci e, soprattutto, caffè. Il racconto in anteprima.

Marco Radicioni al lavoro, ph. Andrea Concordia

Il gelatiere Marco Radicioni

Romano, classe 1971, Radicioni compie studi alberghieri e approda nel settore della gastronomia lavorando nella Capitale all’hotel Excelsior. Ma il percorso è tutto fuori che lineare, essendo stato lui anche culturista, allenatore e proprietario di una palestra. “Il gelato, però è il vero filo conduttore della mia vita”. Tanto da farselo assiduamente anche a casa e diventare uno dei clienti più affezionati delle più buone gelaterie di Roma. È da una proposta di Claudio Torcè — proprietario dell’insegna che porta il suo nome, con quattro punti vendita in città — che Radicioni accetta di mettersi dall’altro lato del bancone, iniziando a gestire il negozio Torcè all’Eur nel 2010.

Il fiordilatte di Otaleg

Per lui “il gelato è pura filosofia”, perché, diversamente da quel che fanno panettieri e cuochi, “un gelatiere non può mai toccare con mano”. Il progetto di una ricetta sta tutto in testa, come la ricerca del bilanciamento ideale, e la scommessa — perfezionata tentativo dopo tentativo — sul risultato finale. Un paio di anni dopo, si mette in gioco con un locale tutto suo.

La storia di Otaleg a Roma

Otaleg (provate a leggerlo al contrario) apre i battenti a giugno 2012 in zona Colli Portuensi. Una “gelateria acquario”, poiché il laboratorio è a vista e i clienti possono sbirciare le fasi della mantecatura, allungando lo sguardo oltre il bancone. Radicioni prepara il prodotto in maniera un po’ anticonvenzionale — la sua non è una formazione accademica, ma il frutto di studio e ricerca appassionata — come curiosa è anche la sua mantecatrice verticale, un modello in voga tra gli anni Sessanta e Settanta al quale è ancora affezionatissimo.

Il gelato di Otaleg

Frutta selezionata da produttori conosciuti e fedeli, latte valutato ogni giorno per tarare al millimetro le ricette e gusti gastronomici fantasiosi che gli valgono in breve la stima dei clienti e una nutrita infilata di premi. Nel 2018 Radicioni si sposta nel cuore di Trastevere, nel negozio di 40 metri quadri in Piazza San Cosimato dove il bancone conta ogni giorno almeno una trentina di referenze diverse. Curioso e fine gastronomo, solo un anno dopo si mette alla ricerca di un secondo spazio dove esplorare il gelato ancora da altri punti di vista.

Il nuovo locale di Otaleg A Monteverde

Sono passati quattro anni da quando ho trovato il locale, ma per diversi intoppi siamo pronti soltanto ora”, spiega Radicioni riferendosi ai 150 metri su due livelli a Monteverde vecchio. Al centro, chiaramente, il gelato, “con i nostri gusti più amati, ma anche di nuovi che preparerò pensando al quartiere. Qui vicino hanno aperto altri bravi colleghi — la bottega di Pizzicarola e Grani, Farine & Caffè, ad esempio — che mi ispireranno”. Ma la novità riguarda soprattutto le altre due anime del locale: il caffè e i dolci.

Sono sempre stato un appassionato di caffè e ho capito che i torrefattori sono matti tanto quanto i gelatieri. Ne ho conosciuti alcuni, anche con la guida di Federico Pezzetta (alias coffeeandlucas), e ho pensato di combinare i due mondi”. Il nuovo Otaleg, infatti, sarà aperto dalle 8.30 di mattina alle 21, con proposte per la colazione, la merenda e l’aperitivo che tengono insieme le tre linee.

Gelato, dolci e caffè a Monteverde a Roma

Avremo una decina di gusti di gelato fatti con tipologie specifiche di caffè, poi affogati, granite, sorbetti e frozen yogurt”. Si partirà con i chicchi di His Majesty the Coffee di Monza, ma la proposta è destinata ad allargarsi. Il laboratorio a piano terra, però, sarà diviso in due, con una parte dedicata alla pasticceria.

Preparazione dei croissant, ph. CoffeeAndLucas_myMediaStudio

Se ne occuperà Francesca Cogliandro, che lavora con me dal primo giorno. Partiremo con un’offerta forte sui lievitati, da abbinare al gelato e al caffè. Che sarà estratto per aromatizzare le creme o in polvere per dare un accento agli impasti. Con il tempo ho capito che il caffè di qualità può essere un ingrediente gastronomico e qui lo valorizzeremo al massimo”. Anche se una data ufficiale di inaugurazione ancora non c’è, a Monteverde è partito il conto alla rovescia.

Otaleg! Monteverde
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento