Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
Milano

Si licenzia e apre una bottega di sole eccellenze bergamasche a Milano

In un palazzo di Porta Romana, Fabio Colombo ha aperto una bottega come quelle di una volta. A Cà del Bech si può trovare di tutto: dal latte d’asina ai salumi, dal vino alla birra artigianale, tutto rigorosamente made in Bergamo

Poco più di 50 km e circa un’ora di macchina è ciò che divide Milano e Bergamo, ma ora grazie a Fabio Colombo sono un po’ più vicine. Nato a Milano ma di origine bergamasca, frequenta da sempre l’alta Val Brembana e la Bassa Bergamasca, dove conosce tante piccole realtà che creano prodotti alimentari di eccellenza. Così a novembre 2022 ha mollato il suo lavoro da dipendente e ha aperto la bottega Cà del Bèch in via Mantova 8 in zona Porta Romana, nello stesso palazzo in cui è cresciuto. “Un progetto che nasce dal mio sogno di portare le eccellenze bergamasche di piccolissimi produttori a Milano. Primo su tutti il salame del paese di mio papà con cui sono cresciuto”, ci racconta. Un’avventura che ha intrapreso insieme ai tre amici di sempre: Francesca, socia dell’attività, e Roberto e Marcella che lo supportano per informatica e contabilità.

La bottega Cà del Bèch in Porta Romana

La storia di Fabio Colombo: nato a Milano ma bergamasco nel cuore

“Il Bèch era mio nonno Oreste, un contadino della Bassa con cui ho passato la mia infanzia, soprannominato così per il suo naso aquilino. È da lui che ho ereditato la passione per questo territorio”. Fabio ha una casa in Val Brembana – a Serina – da oltre 50 anni, ma vive in Brianza e per 28 anni ha fatto tutt’altro nella vita. Dipendente di un’impresa edile per cui gestisce dei punti vendita, ma durante il weekend si è sempre dedicato alla sua passione: andare in giro per agriturismi e piccole aziende in cerca di specialità bergamasche. “Sono sempre stato amante del buon cibo. C’è chi va in giro e colleziona magneti, a me piaceva girare tutti i contadini della Bassa e portarmi a casa del salame o un pezzo di formaggio…”.

Il salame bergamasco di Cà del Bèch-2

Cà del Bèch: la bottega di prodotti made in Bergamo a Milano

Cà del Bèch era un progetto su cui Fabio rifletteva da almeno una decina di anni. L’idea era quella di recuperare l’idea di bottega di una volta, dove la gente potesse ritrovare i sapori di un tempo. E soprattutto dove la gente possa entrare e farsi quattro chiacchiere come si faceva un tempo dal salumiere o dal formagiatt. “Tre anni fa ero stufo di lavorare nell’edilizia e volevo realizzare il mio sogno. Ho pensato: se non lo faccio a 54 anni, non lo faccio più… e così ho trovato il coraggio!”. Nel 2022 trova finalmente la location adatta per dare vita al suo progetto, e dopo averla allestita in proprio con il legno come elemento principale, inaugura a novembre il suo negozio.

Un tagliere di formaggi e salumi bergamaschi di Cà del BèchLe eccellenze made in Bergamo di Cà del Bèch

Acquistando prodotti bergamaschi da sempre, innanzitutto per il consumo personale, Fabio è espertissimo delle eccellenze della zona. “Tutto ciò che c’è in bottega è quello che mangio a casa mia. Quando sono partito non ho dovuto neanche cercare i fornitori, perché li conosco tutti da anni e ormai sono tutti amici”. Ogni settimana il giovedì mattina Fabio parte da Milano e fa il giro di tutta la valle per rifornire il negozio, dove porta tantissime specialità made in Bergamo. Tra cui prodotti che a Milano sono praticamente sconosciuti, come il pane di patate, il latte d’asina e alcuni formaggi di capra molto particolari. “E poi l’immancabile salame del paese di mio papà, che è il nostro cavallo di battaglia per cui tutti impazziscono. Lo prendiamo da un ragazzo di Arzago d’Adda, la cui famiglia lo produce da generazioni”.

I prodotti bergamaschi negli scaffali di Cà del Bèch

Oltre a questo nel bancone di Cà del Bèch troviamo dai 65 ai 75 formaggi diversi ogni settimana (da latte di vacca, capra e asina) e circa 15 referenze di salumi. Ci sono anche una quindicina di birre artigianali, pasta fresca, farine e gallette di mais, biscotti, confetture come quella di zucca e amaretto, mostarde di Emilio Stroppa, spezie raccolte a mano di Flavio Salvetti, erbe spontanee in vasetto e conserve. Una selezione di circa 25 vini, tra cui il pregiato passito rosso Moscato di Scanzo DOCG. Ultimi ma non per importanza i distillati di DOA Distilleria Orobica Autonoma, il cui London Dry Gin ha vinto diversi premi. Il tutto viene dalla provincia di Bergamo, tranne la giardiniera di Cascina Pizzavacca nel piacentino “perché di così buone non le ho trovate nella zona di Bergamo”. Inoltre, da Cà del Bech ci si può fermare anche per un panino d’asporto: pesiamo il pane e il salame, poi i clienti se lo imbottiscono. Amano la michetta col salame”.

Fabio Colombo nella sua bottega in Porta Romana

Il sogno di diventare punto di riferimento per eccellenze bergamasche a Milano

“Cà del Bèch è un progetto solo in partenza, vorremo diventare il punto di riferimento dei prodotti bergamaschi a Milano, magari con l’apertura di altri punti vendita”. E sono a buon punto, in quanto hanno già ricevuto dalla Camera di Commercio di Bergamo il logo ufficiale Bergamo Città dei Mille Sapori. “Un riconoscimento che solitamente danno solo ai produttori, ma visto il lavoro che stiamo facendo per il territorio ce l’hanno concesso”, spiega Colombo. L’attività sta andando bene, le persone apprezzano i prodotti e collaborano con realtà locali per eventi e catering. “A testa bassa, in modo tipicamente bergamasco, in una Milano che è diventata multietnica vogliamo riportare i sapori di una volta”.

Cà del Bèch

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento