Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Roma

Roma: pizza e cocktail per l’estate di Trastevere nel giardino di una papessa

Apre il grande spazio all’aperto di Ripa Grande. Un giardino storico e affascinante dove trovare una buona pizza e poi bollicine e cocktail

Un tempo era Borgo Ripa, adesso riapre con un nuovo nome e promette di diventare un luogo a disposizione di Roma, dove trascorrere le serate d’estate e non solo. Ripa Grande è lo spazio polivalente che ha inaugurato il 19 giugno a Trastevere, sull’ansa del Tevere che un tempo ospitava il porto fluviale di Roma. Un luogo che non è nuovo ai romani, in molti – soprattutto tra i più giovani – avranno trascorso almeno una serata, una festa, un evento, nella grande location sulle sponde del Tevere. Oggi, però, quel borgo cambia volto, si presenta con un nuovo nome e con un nuovo format.

Ripa Grande, un borgo nella città

Parliamo di un angolo ricco di storia che, nel 1600, fu abitato da Donna Olimpia Maidalchini, anche detta la “papessa”, perché sposata con un Pamphilj e amante del cognato Papa Innocenzo X. Un giardino di dimensioni ragguardevoli per essere in pieno centro città, di circa 5mila metri quadrati, una immancabile fontana del Bernini, una scalinata dell’800 realizzata dall’architetto Andrea Busiri Vici sono i naturali complementi d’arredo di Ripa Grande. In fondo al giardino si aggiunge una chiesa consacrata, Santa Maria in Cappella, che risale al 1088 d.C. e che fu realizzata per la coorte di Donna Olimpia su un mitreo romano.

Il giardino della papessa

È questa la cornice storica in cui Ripa Grande trova casa, uno spazio aperto 7 giorni su 7, con un giardino di 1.500 mq e 400 posti a sedere, una terrazza con vista sulla città (disponibile solo per eventi privati) e uno spazio al chiuso di 700 mq adibito a museo, che verrà arricchito da una programmazione di contenuti artistici ed eventi periodici. Si potranno realizzare eventi privati, matrimoni (data la presenza in loco pure di una chiesa consacrata), feste aziendali, ma anche set cinematografici e photo shooting.

La rinascita dell’ex Borgo Ripa

Di “una grande rinascita”, parla il gruppo di imprenditori romani oggi alla gestione dello spazio. Ripa Grande (ex Borgo Ripa), infatti, passa nelle mani di una proprietà rinnovata, una cordata di imprenditori romani.  “Prendiamo le redini di questo spazio meraviglioso, con l’intenzione di restare aperti tutto l’anno”, racconta a CiboToday Daniele Pallante, uno dei soci di Ripa Grande, già gestore della Barcheria al laghetto dell’Eur.

Una parte del giardino

Sarà un luogo per tutte le età, dove venire dalle 19 alle 2, per bere un cocktail, mangiare una buona pizza, ascoltare della buona musica. Tra gli eventi in cartellone sono previste serate di comedy show, maratone di pianisti, serate di luci, appuntamenti settimanali con il “piano à la carte” (ossia la possibilità di ordinare dei brani da far suonare al piano) e, ancora, concerti e serate dj set. Un intrattenimento che durerà per tutta l’estate (“anche ad agosto”, sottolinea Pallante a CiboToday) e ben oltre.

“Pizza & Bolle” a Ripa Grande

La grande novità del nuovo Ripa Grande sta nell’offerta gastronomica. Il vasto spazio nel cuore di Trastevere, infatti, accoglie la nuova apertura di Pizza & Bolle, un’insegna già molto apprezzata nella Capitale con i suoi tre locali “San Martino” al Gasometro (con la pizza romana di Alessio Muscas), “Sant’Isidoro” a Prati (con la pizza napoletana di Giovanni Nesi) e “San Biagio” (con la pizza in teglia di Mauro Pedone). La pizza di Ripa Grande sarà la stessa di Sant’Isidoro a Prati, dunque quella di Giovanni Nesi che ci ha spiegato: “La mia pizza è una napoletana contemporanea, con il cornicione ben pronunciato come da tradizione, realizzata con una grandissima attenzione per le tecniche innovative di lavorazione dell’impasto, che conferiscono grande leggerezza al prodotto finale. Tengo moltissimo soprattutto a questo ultimo punto: la pizza deve essere sempre gustosa e al tempo stesso altamente digeribile”.

La pizza di Pizza e Bolle

Il menu di Ripa Grande sarà molto simile a quello di Sant’Isidoro Pizza & Bolle a Prati: in primo piano i cavalli di battaglia, come le pizze “A Mazara” (Stracciatella di Andria, Gambero Rosso crudo di Mazara del Vallo DOP, bisque di gamberi, zest di limone candito, pepe, foglie di menta ed olio EVO) e “Sant’Isidorto” (con Fior di latte dei Monti, crema di zucchine, polvere di olive, datterini gialli, chips di melanzane, cipolla in agrodolce, crema di peperoni arrosto, mentuccia ed olio EVO) tutte fra i gli 8 e i 19€ a seconda dei condimenti. Spazio ai fritti, con supplì in diverse versioni (tra i 3 e i 4,50€), crocchette, montanarine, frittatine e fiori di zucca. Non mancheranno le bollicine d’accompagnamento con una carta di Champagne, Franciacorta, Trento DOC, rifermentati e altre Cuvée pregiate. In abbinamento, oltre alle consuete bolle, ci sarà anche una lista di cocktail tra cui alcuni analcolici. A concludere in dolcezza la serata, ci penserà il gelato della gelateria romana Giuffrè. “Ripa Grande ha tutte le carte in regola per diventare location protagonista dell’estate romana” insiste Pallante “ma il nostro obiettivo è quello di realizzare un progetto a lungo termine, che vada ben oltre la stagione estiva”.

Un fritto da Pizza e Bolle

Ripa Grande

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento