rotate-mobile
Lunedì, 4 Marzo 2024
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La storia dell’hamburger USA spiegata dal giornalista Francesco Costa (e dove si trovano i migliori)

Il famoso giornalista esperto di cultura americana racconta come mai il panino di carne è diventato un simbolo internazionale. I suoi consigli su come si prepara, quali sono i fast food più buoni e dove si trova il diner perfetto

Il giornalista Francesco Costa ha le idee molto chiare anche in fatto di cibo. Sono puntuali — e condivisibili — le sue considerazioni in merito al livello mediocre del caffè italiano ed è risaputa la sua passione per i classici americani, che ha conosciuto davvero bene in anni di viaggi. Dal suo osservatorio privilegiato (il 39enne catanese è un grande esperto di politica e cultura americana), ha fatto il punto sulla storia di un caposaldo, diventato sinonimo di “americanità” in tutto il mondo: l’hamburger. Sul suo canale YouTube ha condiviso infatti il racconto di come mai è diventato così popolare, oltre ai consigli sui diner che li preparano più buoni. Qual è il migliore in assoluto? Qualche indizio alla fine del video.

Il giornalista Francesco Costa

I migliori hamburger secondo Francesco Costa

L’usanza di consumare una porzione di carne tritata e schiacciata è piuttosto antica, nonché comune a varie zone del mondo, spiega Costa. Negli Stati Uniti, però, la polpetta così ottenuta ha preso il nome di “hamburger”, con riferimento a un piatto che si suppone arrivato dalla città tedesca di Amburgo. Evoluta poi nella Cheesesteak di Philadelphia, con la carne della bistecca tagliata a pezzetti, è stato un venditore della grande fiera di Saint Louis nel 1904 a intuire il potenziale di vendere l’hamburger tra fette di pane, decretandone il successo planetario.

Storia dell'hamburger secondo Francesco Costa

Un cibo prensile e consumabile ovunque, perfettamente in linea con il lifestyle a stelle e strisce, che però va composto in modo preciso: pane consistente e tostato da un lato, bacon croccantissimo, pomodori e lattuga fresca e carne grassa il giusto, che conservi tutti i suoi succhi. Quali sono gli hamburger preferiti di Costa negli Stati Uniti? La classifica delle catene di diner è precisa: in primis Shake Shack, poi In-N-Out, Whataburger, Wendy’s e infine Five Guys. Ma a dire il vero il suo locale preferito è un altro, e si trova a New York City. Il giornalista prova a mantenere il segreto, mostrando giusto qualche immagine senza rivelare il nome. Soltanto un indizio: è tanto di casa qui che sui muri del locale è appesa anche una sua foto. Riuscirete a indovinare?

Video popolari

La storia dell’hamburger USA spiegata dal giornalista Francesco Costa (e dove si trovano i migliori)

CiboToday è in caricamento