Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Bologna

A Bologna la nuova bottega di quartiere per scovare piccole chicche gastronomiche

Scovami è nata a novembre 2023 dall’idea di Davide Avati, giovane bolognese con già diverse esperienze nel settore. Qui vende vini naturali, formaggi a latte crudo, salumi artigianali, cassette dell’orto e prodotti da dispensa. E fa focacce e tigelle per pranzo e aperitivo

Si chiama Scovami la nuova bottega di quartiere che ha da poco aperto a Bologna, a due passi da Porta Castiglione, e il nome è tutto un programma. “La mia idea è proprio quella di andare a scovare delle chicche in giro, dei prodotti che difficilmente si trovano, per inserirle nel mio negozio”, spiega il fondatore Davide Avati a CiboToday. E infatti, quello che fa appena ha un giorno libero è proprio scouting di prodotti di alta qualità provenienti da artigiani di varie regioni italiane. Dai formaggi ai salumi, dalla pasta alle conserve, adesso a Bologna c’è un altro posto dove fare una spesa di qualità in pieno centro.

Gli scaffali del vino

Com’è nata la bottega di quartiere Scovami

Davide ha sempre gravitato attorno al mondo del vino: si è laureato in Viticoltura ed enologia a Cesena e ha conseguito il diploma di sommelier che mette subito in pratica da Forno Brisa. Qui rimane per due anni, “mi è stato molto utile per imparare a stare al pubblico, una cosa che non avevo mai fatto prima. E anche per costruirmi una bella rete di contatti”. Poi, insieme a un altro ragazzo, apre Ioportoilvino, un’azienda che si occupa dell’organizzazione di corsi, degustazioni ed eventi nel mondo del vino naturale. Aprono anche l’enoteca Bivio sempre a Bologna, che esiste ancora ma Davide è uscito dalla società a settembre 2023.

Davide Avati nella sua bottega Scovami

I tempi sono maturi per Scovami che apre a novembre, un po’ per passione e un po’ per un’esigenza (in primis personale). “Ho sempre avuto il pallino, oltre che per il vino, anche per il cibo. Fin da piccolo. E siccome a Bologna secondo me si è un po’ persa l’idea di bottega come si intendeva una volta - con una bella selezione di prodotti di qualità - sostituiti piuttosto da tanti locali turisti, io da abitante del centro storico sentivo questa mancanza. Quindi ho deciso di aprire io una bottega”, spiega Davide.

Cosa si può trovare da Scovami di Davide Avati a Bologna

Da Scovami Davide propone quindi una bella selezione di prodotti venduti al dettaglio, essenzialmente quelli che lui stesso comprerebbe. “Credo molto nella filosofia dei prodotti non commerciali, tanto sul vino quanto sul cibo”. Si parte dalla produzione enologica, il suo primo amore, con 130 referenze continue tutte disposte su una parete dedicata, provenienti soprattutto da colli bolognesi, Emilia Romagna in generale e dalla zona dell’Etna. “In più ho appena fatto una cantinetta con singole bottiglie di vecchie annate interessanti che ho accumulato in questi anni. Sono circa altre 70 etichette”. Tra gli scaffali invece un centinaio di prodotti da dispensa diversi, tra pasta, conserve di mare, olio evo, birre artigianali, specialty coffee, sottaceti, marmellate, biscotti e legumi. Poi si viene inebriati dai profumi del banco, dove sono esposti in bella vista formaggi a latte crudo e salumi artigianali provenienti da animali allevati allo stato brado o semibrado.

Alcuni prodotti da dispensaIn tutto un’altra quarantina di chicche, come le chiama Davide, soprattutto locali ma anche nazionali e d’oltralpe. Tra questi: i formaggi di Gregorio Rotolo in Abruzzo e di Andrea Bezzi in Val Camonica, spalle cotte e prosciutti di Zavoli, Franceschini per la mortadella e molti altri. “Solitamente girano, non trovate mai gli stessi”. Inoltre, Davide ha una piccola azienda agricola di famiglia alle porte di Bologna che produce frutta e verdura di stagione non trattata con il quale compongono le cassette su prenotazione. “Se ne occupa mio padre che è in pensione. La mattina raccoglie nell’orto e la sera consegniamo, in questo modo le cose sono il più fresche possibile. O come si dice adesso, a km 0 vero!”.

I formaggi

Pranzi, aperitivi ed eventi da Scovami a Bologna

Ma oltre alla vendita diretta Davide ha pensato a un piccolissimo menu per l’ora di pranzo e aperitivo – sul presto perché chiude alle 19.30, un po’ più tardi nel weekend. Con i prodotti della bottega realizza quindi taglieri (12-16€), focacce (6-7€), tigelle (6€), sia con salumi che vegetariane) e toast (6-6,50€). Ma non toast qualsiasi: il classico con spalla cotta, maio e comte, oppure vegano con crema di zucchine trombetta e pomodorini confit. Il tutto utilizzando i panificati de La Vecchia Scuola di Montalto. Ma ci anticipa che in vista dell’estate vorrebbe ampliare un po’ la proposta. Non c’è servizio ai tavoli ma solo asporto con piatti e posate compostabili, però si può consumare anche nei pochi tavolini in mezzo agli scaffali.

Da Scovami si organizzano anche eventi: “nella mia idea di bottega ci sono anche le collaborazioni con altri locali. Serate dove o vado io nei locali come abbiamo fatto con Scampo qualche mese fa, oppure vengono loro da me come nel caso di Scaccomatto (la scorsa settimana). Io mi occupo della parte vino e loro della proposta gastronomica”, spiega Davide. E pensando ai progetti futuri aggiunge: “per me le cose fatte in piccolo e gestite direttamente sono curate meglio. Per questo non credo di voler replicare Scovami in altri quartieri, piuttosto creare uno spin off che incarni la stessa ideologia”. Nel mentre, oltre a far crescere la sua bottega, sta per lanciare un nuovo progetto dedicato a documentari sul mondo del vino.

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento