Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
Milano

10 ottimi cocktail bar di Milano di cui si parla troppo poco

Abbiamo chiesto ad alcuni bartender di Milano quali sono i cocktail bar dove si beve bene nonostante non siano affatto sotto i riflettori. Il risultato è in questa lista: nuovi bar di quartiere, insegne con più di 50 anni, e vecchie glorie della miscelazione meneghina

Milano è una delle capitali italiane della mixology. Qui dove si è sviluppato il rito dell’aperitivo, trasformato negli anni in base a mode e tendenze, non è mai mancata una proposta di estrema qualità in fatto di cocktail bar. Ma come in tutte le narrazioni più stereotipate, nel gotha della miscelazione sembrano sempre emergere i soliti nomi quando si parla di qualità. Magari le ultimissime novità. Invece Milano è costellata di locali che da sempre fanno un ottimo lavoro dietro al bancone, partendo molto spesso da lontano, superando trend e flessioni del mercato, distinguendosi ancora oggi per una buona proposta di drink. E dove si sta anche molto bene, cosa non secondaria per un bar. Ci siamo fatti aiutare da alcuni bartender di Milano per delineare questa lista di locali da tenere in mente quando si vuole bere bene. In questa lista i consigli di Samuele Lissoni (Cactus Joe), Yuri Gelmini (Surfer’s Garden), Fabio Spinelli (ex Rita, Deus), Enrico Contro (Eterno) e Mattia Mizzi (Manna).

Harp Pub Guinness

Harp Pub Guinness a Milano

Un locale che ha segnato la storia di questo quartiere, Città Studi, da quasi 50 anni proprio davanti al Politecnico di Milano. Un cocktail bar sotto le mentite spoglie del pub, dove trovare una delle migliori selezioni di whiskey di tutta la città. Distillati di orzo e di malto, da provare lisci o in uno dei tanti cocktail della carta. Basta chiedere ad Angelo e Riccardo Corbetta, padre e figlio ormai anima e corpo dietro l’Harp Pub Guinness, locale nato nel 1976 e ancora oggi indirizzo conosciuto dagli estimatori della miscelazione. Ovviamente per non deludere l’anima da pub ci sono anche 6 spine e una selezione di birre in bottiglia, che fanno il giro del mondo.

Lacerba

Lacerba Milano-3

Lacerba oltre ad essere una rivista futurista nata nel 1913 è anche un cocktail bar in Via Orti, nel quartiere di Crocetta. Tutto infatti è un omaggio al movimento letterario e artistico dei primi del Novecento, dagli oggetti bizzarri al suo interno fino all’insegna “qui si beve”, vecchia espressione per indicare i cocktail bar in maniera italica. Lacerba nasce prima come ristorante e poi nel 1999 come cocktail bar di quartiere, cresciuto negli anni esponenzialmente anche grazie a una serie di validi bartender passati dietro il suo bancone. Un locale celebre per la sua carta di Bloody Mary, tra i migliori di Milano.

Nottingham Forrest

Nottingham Forest Milano

Tra i nomi che hanno sempre più brillato nel panorama dei cocktail bar milanesi c’è il Nottingham Forrest. Creatura del bartender e imprenditore Dario Comini, che è riuscito a portare il suo locale nelle vette delle classiche mondiali. Il Nottingham Forrest ha avuto il merito di accendere i riflettori sul comparto della mixology e la sua relativa industria, primo a ibridare i concetti di cucina e cocktail attingendo alle tecniche molecolari in voga un bel po’ di anni fa. Aperto nel 1979 da Carlo Comini come semplice bar di quartiere e poi diventato grazie al figlio Dario un punto di riferimento che ha fatto la storia della miscelazione. Un amarcord che vale la pena visitare. In Viale Piave18.

Banco Bar

Se si vuole bere un buon Martini a Milano c’è il Banco Bar, gestito da un nome noto nel panorama della mixology milanese: Maurizio Manvati, anche dietro l’Elettrauto Cadore e una volta il Tango (ora chiuso). Tutti locali che hanno fatto la storia dell’aperitivo milanese, già ai tempi dell’happy hour. Il Banco è un piccolo locale sui Navigli, si nasconde tra la folla delle insegne, ma gli appassionati di Martini cocktail lo sanno riconoscere anche a occhi chiusi.  Un locale che sembra essersi fermato agli Anni ’90, dove colpisce l’immensa bottigliere stracolma di distillati, tra tutti il gin. Non a caso il Banco si fregia dl titolo Dry Martini Clubhouse. In Alzaia Naviglio Grande 46.

Zinc

Zinc Bar

Dalla divisione dello storico bar Pravda, in zona Bocconi, è nato lo Zinc vicino Parco Ravizza. Aperto nel 2014 da Andrea Benolli, si distingue per il grande bancone centrale in zinco (da cui prende il nome) che fa da catalizzatore per le persone del quartiere e per i bartender di tutta Milano. Qui si ritrovano infatti a fine turno, bevendo ottimi cocktail che cambiano ciclicamente fino a notte tarda. In Via Cesare Balbo 36.

Luca & Andrea

Luca & Andrea

Tra i nomi che più hanno risuonato nelle notti milanesi c’è quello di Luca & Andrea, sui Navigli, per anni sulla cresta dell’onda. Un bar con cucina che ha rappresentato un punto fermo del quartiere, nonostante negli anni l’andamento ha subito oscillazioni. Luca & Andrea rappresenta una buona scelta quando si vuole fare un aperitivo di qualità con un’ottima proposta cocktail. In Via Alzaia Naviglio Grande 34.

Gerri

Gerry Milano-3

Nicola Inserrato e Gianmatteo Leva, dopo tanti anni passati insieme dietro il bancone di un altro storico locale sul Naviglio Grande, il bar Tango, hanno deciso di cimentarsi in questa nuova avventura. Gerri è un elegante cocktail bar con le luci soffuse, i divanetti in velluto, ottimo indirizzo anche per il dopo cena per la sua atmosfera rilassata. La miscelazione spazia dai classici ad alcune rivisitazioni (9/15€), ma c’è spazio anche per le bollicine. Si può anche mangiare al Gerri: tartare di tonno (16€), catalana di capesante (18€), foie gras de canard (16€). Tra Porta Romana e Piazza 5 Giornate.In Via Perugino 1.

Baratie

Baratie

Un locale di nuova generazione, aperto a maggio 2021 da due ragazzi che provenivano dal Tree, altro cocktail bar milanese. Si tratta del sardo piemontese Andrea Cicu e il milanese Giacomo Sacchetti, con varie esperienze nel mondo della cucina e del bar. Si trova in Via Stendhal ed è ormai un punto fisso per gli abitanti del quartiere e non solo grazie alla formula drink più cucina ideata dai due. Spiedini d’asino (3€), hot dog di asparagi (7€), panadas di pecora e lardo (3€), da buttar giù con i cocktail del locale tra gli 8 i 9€. Un locale dove si sta bene, senza troppi fronzoli né manie di protagonismo. In Via Stendhal 49.

Colibrì

Colibrì-2

Lo conoscono bene gli studenti della Statale di Milano, che qui si fermano dopo le lezioni. Oppure gli amanti della lettura, visto che il Colibrì è un caffè letterario dove si tengono anche esposizioni, letture, oltre che fungere da libreria.  Un locale nato nel 2015 dall’idea dei figli dell’ex Presidente dell’Inter Massimo Moratti, Giovanni e Maria. Un’oasi di pace e relax, anche grazie alla piccola piazzetta su cui si affaccia, luogo perfetto per aperitivi e per il dopo cena. Cocktail semplici ma ben fatti, da accompagnare con stuzzichini e taglieri. In Via Laghetto 9/11.

Rufus

Rufus-2

La storia di due amici poi diventati anche soci, quando uno dei due ha visto che nel suo palazzo si liberava uno spazio poi diventato il Rufus. Così parte la storia di questo cocktail bar in zona Conciliazione, che prende il nome del cagnolino di Alessandro De Luca insieme a Gianluca Picco dietro il bancone del bar. Una bottigliera tra le più fornite di Milano, con oltre 680 referenze e una carta cocktail dinamica e versatile. Qui si viene anche per chiacchierare con i due proprietari, che incarnano lo spirito dei padroni di casa alla perfezione. Chiedete a loro un drink su misura, sapranno accontentarvi. C’è anche una selezione di cicchetti per l’aperitivo: crostini di pane con luganega (4€), baccalà mantecato (4€), tartare di fassona (4€). Oltre alle ostriche con cui accompagnare le ottime bollicine in carta. I cocktail hanno un prezzo tra i 9 e 12€. Via Alberto da Giussano, 1

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento