Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Martedì, 27 Febbraio 2024
Turismo

Angelina Jolie ha aperto una caffetteria a New York

Si beve caffè e si mangiano baklava, ma soprattutto si creano su misura abiti di moda e design nell’ex-studio di un famoso pittore

I film, la posizione sulla guerra in Medio-Oriente, il nuovo fidanzato e il desiderio di lasciare Hollywood hanno accompagnato nel 2023 la carriera dell’attrice e attivista statunitense Anjelina Jolie. Che verso la fine dell’anno ha dato il via a un nuovo progetto: un atelier con café nel quartiere SoHo di New York, un luogo potente sotto il profilo artistico per molti motivi.

Atelier Jolie nell’edificio storico di Soho

Atelier Jolie

Prima di tutto lo spazio di Atelier Jolie, così si chiama il nuovo indirizzo, prende forma nel vecchio studio del mitico pittore Basquiat, spazio che lui stesso aveva preso in affitto da Andy Warhol. Siamo al numero 57 di Great Jones Street e tutto il quartiere è collegato in modo indissolubile all’arte e agli artisti che vi transitano e vi hanno transitato. Per questo l’ambiente non è stato stravolto, lasciando intatti molti elementi capaci di ospitare artisti e designer ancora adesso, come l’esterno, che è già diventato una sorta di manifesto della storia dell’edificio con i graffiti di varie mani. Qui l’attrice entra nel mondo della moda, portando capi e tessuti che potranno essere anche lavorati sul posto.

Il café di Angelina Jolie con il collettivo gastronomico

In uno spazio creativo come questo non poteva mancare un café, un luogo in cui anche i clienti che vengono per un semplice break potessero sedersi e lavorare al tavolo con toppe, bottoni o materiali. In linea con l’impegno umanitario di Jolie, il café dell’Atelier è gestito da Eat OffBeat, collettivo di ristorazione che riunisce i cuochi rifugiati di New York. In questo modo si fondono cucine latine, africane e del Medio Oriente in un solo contenitore. Il collettivo ha già all’attivo due ristoranti a New York: uno a Chelsea Market e uno a Madison Avenue.

Caffè e piatti internazionali

All’interno dell’atelier lo spazio caffetteria è aperto dalle 11 del mattino alle 6 del pomeriggio, fatta eccezione per la domenica, con caffè e dolci per la colazione o per la merenda, nonché piatti salati, tratti dalla cucina internazionale che rappresenta la diversità dei vari cuochi. Alcuni prodotti, come il baklava, sono realizzati in esclusiva proprio per questo negozio. Anche i caffè rappresentano l’internazionalità, con diversi metodi di preparazione.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento