Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Martedì, 27 Febbraio 2024
Personaggi

Nel film su Enzo Ferrari c’è Massimo Bottura che fa la comparsa

Massimo Bottura non compare che per una manciata di secondi in un cammeo. Ma questo basta per prendersi il tappeto rosso a Venezia (oltre alla cucina di Maranello)

C’è Adam Driver che entra in un edificio e un portiere pronto ad accoglierlo: il primo interpreta un pezzo della vita di Enzo Ferrari, il secondo non è altri che Massimo Bottura. La sua apparizione, un micro-cameo, non si riduce che a qualche parola e un ampio sorriso di benvenuto, tanto da passare inosservata a chi non si intenda di alta cucina, ma volendo anche a chi conosce bene la fisionomia dello chef dell’Osteria Francescana di Modena, qui in panni insoliti. Ma è proprio Massimo Bottura il portiere dell’Hotel Canalgrande di Modena (Phi Hotel Canalgrande) dove è stata girata la scena.

Massimo Bottura nel film Ferrari

Così, finito nella scuderia del biopic di Michael Mann, anche Massimo Bottura ha sfilato sul red carpet dell’ottantesima edizione della Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, dove la pellicola ha debuttato il 31 agosto. Uscito nelle sale il 14 dicembre, il film ispirato alla biografia su Enzo Ferrari, è costato la bellezza di 90 milioni di dollari e ha arruolato diversi attori importanti. Oltre ad Adam Driver (ricordate la polemica che nacque da un intervento di Favino, quando disse che era appropriazione culturale se attori americani interpretavano grandi personaggi italiani?), anche Penelope Cruz e Patrick Dempsey.

La Modena di Ferrari e di Bottura

Del resto Modena è stata ed è lo sfondo delle vicende della vita di Enzo Ferrari e del suo film omonimo, dove Bottura gestisce il suo ristorante più famoso e altre attività. La città occupa la maggior parte delle scene, poi ci sono altre location in Emilia-Romagna, alcune scene a Brescia e una sequenza molto panoramica che è stata girata a Campo Imperatore, in Abruzzo intorno alle cime che costeggiano il Gran Sasso. In seguito al film, è stato anche ricreato un itinerario turistico per visitare la Modena di Michael Mann e di Ferrari. Per la scena nel ristorante, nella storia il Cavallino di Maranello gestito dal 2021 proprio da Bottura, il set è stato quello del ristorante Oreste, dove si riuniscono Ferrari e la sua squadra. Le riprese del film sono andate avanti da agosto 2022 a ottobre dello stesso anno, tanto che il ristorante ha comunicato la chiusura per set cinematografico dall’1 al 7 settembre di quell’anno.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento