Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Mappe

21 indirizzi per mangiare bene al quartiere NoLo di Milano

Quartiere multietnico e creativo, NoLo si vive dal mattino alla sera in questi cocktail bar, ristoranti, trattorie e bakery di nuova generazione. Ve li indichiamo nella mappa

NoLo è il quartiere a nord di Loreto come da acronimo ormai noto per tutta Milano. Una zona che sorge a nord-est della città, dai confini labili e che si spinge fino alle porte di Casoretto e Martesana. La narrazione che l’ha coinvolto è molteplice: quartiere gentrificato, multietnico, queer, per famiglie di tutti i tipi. A NoLo vivono sia i residenti di sempre che i giovani creativi e gli studenti, che si riversano per le sue strade dalla colazione all’aperitivo. Con i tunnel della vicina Stazione Centrale sulla destra e il bellissimo Parco Trotter a sinistra, in questo triangolo si sta assistendo a un graduale rinascimento gastronomico. A NoLo non ci sono le catene del cibo ma ancora piccole trattorie che fanno le orecchiette al sugo, i bar sono quelli di quartiere dove ci incontri il vicinato e i prezzi ancora umani. In questa guida vi portiamo a scoprire i migliori indirizzi dove mangiare e bere a nord di Loreto.

Ghe Pensi Mi
Fòla
Mosso
Caffineria
Pasta e Fagioli
Nolo.so
Mezzè
Al Tempio d'oro
Le nove scodelle
Anarres Libreria-Bistrot
Osteria Memà
Buca del Monello
Iurio
Osteria della stazione
Corner.Nolo
El Chorillano
Salumeria del design
Enoteca la Botte
Hekfenchai
FAME Milano
Miao Ristorante Cinese
Silvano
Cocktail bar

Ghe Pensi Mi

Il bar di quartiere per eccellenza, anima notturna di Piazza Morbegno. Matteo Russo, il suo giovane proprietario, è stato uno dei primi a scommettere su questa zona, aprendo il Ghe Pensi Mi anni fa. Mood molto urban, da pub contemporaneo: graffiti al bancone, tavole da skate alle pareti e un servizio che ti fa sentire parte di questa famiglia. Panini, toast, taglieri a tamponare spritz, una ottima selezione di birre alla spina e i cocktail di Stefano e Ivan. Tanti gli eventi: dalla stand up comedy ai djset.

Negozio-Bottega

Fòla

Una nuova bakery che sta facendo parlare di sé. Tre ragazze - Claudia Gerini, Tine Devriese e Luna Ferrari - ognuna con il proprio bagaglio di esperienze che convergono al mondo della gastronomia e pasticceria. Una piccola bottega di quartiere dove fermarsi per provare uno dei dolci d’ispirazione nordica: come il baulus (2€), un dolce tipico del Belgio (paese d’origine di Tine) con sfoglia e crema alle mandorle, zucchero moscovado, uvetta e ananas. Tante le torte (dai 25 ai 55€), i croissant (2€), pain au chocolat (1,90€) e un’ottima selezione di piatti vegetariani per il pranzo.

Pizzeria

Mosso

Un bel progetto di riqualificazione urbana all’interno del Parco Trotter. Prima c'era un sanatorio, ora è punto di inclusione cittadina che contiene bar, spazio eventi, e pizzeria ristorante con oltre 130 coperti, tra esterni e interni. Le pizze sono leggere e fragranti, servite a spicchi e create con la consulenza di Daniele Falcone, un professionista con una solida esperienze alle spalle. Pizze che vanno dai 7 ai 14€, create prevalentemente con prodotti che provengono dal vicino mercato Alveare di via Padova.

Bar

Caffineria

Un bar gestito da ragazze, Martina, Giulia e Carolina, che da un piccolo spazio tirano su una caffetteria ormai punto di ritrovo. Colazioni dolci e salate, pranzo con i bagels, torte a merenda e una buona selezione di vini naturali, anche da portare via. Al momento dell’aperitivo si riempie di giovani che condividono piatti come hummus o crostoni (5€) con le birre del birrificio artigianale WAR (4€), guardando il passeggio di Piazza Morbegno. Buona anche la selezione di amari italiani, non scontati. E ogni tanto spunta qualcuno con la chitarra per cantare insieme.

Ristorante

Pasta e Fagioli

La Puglia a NoLo risponde al nome di Pasta e Fagioli, una storica trattoria dal 1975. A gestione familiare, qui si viene per provare piatti semplici e della tradizione contadina: orecchiette con sugo di cavallo o d’involtini, con le cime di rapa (8,60€), caciocavallo ai ferri (7,50€) e carne alla griglia (dai 12 ai 20€). Per concludere l’immancabile pasticciotto leccese con crema, e solo nei giorni di giovedì e domenica a pranzo “U Timball”, come lo chiamano loro, ovvero i maccheroni al forno (8,60€). Un servizio rustico e cordiale, per uno scontrino medio di 30€.

Cocktail bar

Nolo.so

La quota queer di Nolo risponde al nome di Nolo.so, il cocktail bar arcobaleno che si riconosce da lontano per bandiere colorate e luci al neon rosa. Il suo istrionico proprietario, Gianni Macario, accoglie tutti come in una grande famiglia allargata, cosa che in effetti questo locale è. L’aperitivo è gettonatissimo per il buffet che ci ricorda gli anni 2000: antipasto, primo, secondo e addirittura il dolce, ascoltando djset sulla Carrà e italo disco. Un indirizzo divertente dove passare del buon tempo.

Osteria-Bistrot

Mezzè

Un ponte tra Puglia e Medio Oriente, Mezzè è un ristorante che permette di condividere il menu e provare più cose grazie alle mezze porzioni. Ogni piatto, infatti, si può trovare in versione normale o ridotta e si trovano sempre scelte diverse. Tante le proposte vegane e vegetariane, che ammiccano ai sapori libanesi o israeliani: cuoscuos, tajine, tabulè, insieme ai piatti del sud Italia mentre si beve un Primitivo di Manduria o un altro vitigno autoctono pugliese. Prezzo medio dello scontrino 30€.

Pub

Al Tempio d'oro

Avamposto di quartiere fin dagli anni ‘80 quando tra i suoi tavoli di legno si avvicendavano i radiofonisti di Radio Popolare, la cui sede storica era non molto distante. Poi gli anni di Emergency, che proprio qui venne alla luce nel ’94 dall’impegno di Gino Strada e sua moglie Teresa Sarti. Al Tempio d’oro è un bar di quelli semplici, dove fermarsi con gli amici per una birra e provare l’aperitivo solidale e multietnico.

Osteria-Bistrot

Le nove scodelle

Il numero 9 è un numero magico per la cultura cinese e caro alla dinastia degli imperatori. Ricordando la tradizione reale che prevedeva 9 portate per i banchetti ufficiali, questa trattoria tra Nolo e Piazzale Loreto omaggia le proprie radici ricordando questa curiosità nel nome. La cucina è quella della provincia di Sichuan, nella Cina sud occidentale: pungente, piccante e ricca di sapori audaci. Le nove scodelle è esempio virtuoso di ristorante cinese contemporaneo, grazie all’impeccabile qualità delle materie prime (tra i fornitori la macelleria di Walter Sirtori e l'azienda agricola biodinamica Cascine Orsine) e il servizio attento. Sono gli stessi che si trovano dietro la mitica Ravioleria Sarpi in Chinatwwn, garanzia per i migliori ravioli in città.

Osteria-Bistrot

Anarres Libreria-Bistrot

Una libreria indipendente dove fermarsi anche per l’aperitivo o il dopo cena, condividendo una birra tra scaffali e mensole di libri. Infatti Anarres, verso il Parco Trotter quindi al limite di Nolo, è uno spazio che si anima di tante attività, in ogni ora del giorno. A pranzo e a cena diventa bistrot dove fermarsi per un club sandwich, polpette, falafel, hummus e una proposta di vini semplici ma efficaci. Da seguire anche il loro calendario di appuntamenti: tante le presentazioni con gli autori durante il mese.

Osteria-Bistrot

Osteria Memà

Un salto nella Sicilia più classica, quella dei carretti e dei pupi, degli agrumi e della frutta martorana, declinati con uno stile più contemporaneo e meno stereotipato. Osteria Memà è l’indirizzo a Nolo se si vuole un ambiente più raffinato, con luci soffuse, velluti verdi e prezzi leggermente più alti rispetto alla media. La cucina è un bel viaggio tra i piatti più iconici della trinacria, terra di origine del suo proprietario Paolo Sassi, con menu di mare e terra: gambero rosso di Mazara del Vallo (20€), sarde alla beccafico (15€), spaghetti al nero di seppia (25€), busiate al ragù di agnello, spitini alla palermitana e insalata pantesca (18€). Ottimo anche al momento dell’aperitivo con i cocktail o vini del territorio.

Enoteca-Winebar

Buca del Monello

Un nuovissimo indirizzo nel versante est di Nolo, Buca del Monello è una cicchetteria gestita da alcuni ragazzi che fiutando il potenziale del quartiere hanno aperto questo piccolo bar che ricorda un bacaro veneziano. Infatti specialità della casa i cicchetti, le classiche tartine venete con cui si accompagna l’aperitivo a base di vino bianco o spritz. Con caprino, baccalà, mazzancolle in saor, con cotevino (un cotechino affinato nel Recioto della Valpolicella) dai 2,50 ai 3.50€ l’uno, da buttar giù in piedi o seduti all’interno.

Cocktail bar

Iurio

A Nord di Loreto, Iurio è un cocktail bar geometrico ed essenziale, un po’ Bauhuas negli arredi che è stato aperto da Giulio Urgo, radici lucane e cuore milanese, che potete trovare ogni giorno dietro il bancone. I cocktail sono divisi tra classici e nuove idee come il Cherry Bitter con bourbon, sciroppo di amarena, limone, pimiento bitter, e amarena sotto spirito (prezzi dagli 8 ai 13€). Con una sorpresa nel basement: scendete le scale per scoprire una zona segreta che si attiva con dj set e live nel weekend.

Osteria-Bistrot

Osteria della stazione

Un’autentica osteria dove provare una cucina che fa la spola tra Lombardia e Friuli. L’Osteria della stazione è un classico indirizzo quando si ha voglia di cibo che ricorda i vecchi sapori: si inizia con il frico dai 10 ai 13€ (piatto a base di formaggio, patate e cipolla, tipico del Friuli), salumi artigianali (come il prosciutto di San Daniele), primi e secondi piatti tradizionali. Come le tagliatelle con sclopit, crudo di San Daniele e Montasio (13€) o la lubianska, nota anche come bistecca alla lubianese, una cotoletta preparata a Trieste e in Slovenia (17€).

Pizzeria

Corner.Nolo

In quella che tutti chiamano Piazza Cotoletta ovvero il Giardino degli Artisti, c’è questa nuova pizzeria che mette tutti d’accordo. Corner.Nolo è un locale moderno e accogliente, dove passare una serata senza impegno. Ottima la pizza, croccante e da provare nelle diverse declinazioni: c’è sempre un gusto speciale del mese e il menu si divide tra classiche, speciali e dolci. Gli impasti sono realizzati con farine di diverso tipo.

Ristorante

El Chorillano

Non può mancare il Perù, ben rappresentato da questo ristorante molto folkloristico vicino ai tunnel della Stazione Centrale. Lo riconoscete dalla musica tradizionale che esce sempre generosa dal locale e dal folto pubblico sud americano che lo frequenta. I piatti sono quelli della tradizione del Perù (con alcune licenze): arroz con marisco, ceviche, calamari fritti, pollo alla plancha e gli scenografici cocktail ai frutti tropicali.

Cocktail bar

Salumeria del design

Altro esempio di associazionismo nel quartiere, Salumeria del design è uno spazio creativo e culturale gestito da un gruppo di giovani progettisti, grafici e artigiani. Dal 2017 un’associazione culturale e bar osteria che organizza anche mercatini vintage, serate a tema, live e progetti culturali di diverso genere. Fino alle 21 ogni sera c’è l’aperitivo con tagliere “vigoroso”: salse, formaggi e salumi per due persone a 10€, mentre lo spritz costa 5€. Anche friselle (3,50€) e pucce (7€).
 

Enoteca-Winebar

Enoteca la Botte

Enoteca La Botte è un wine bar che nasce dalle ceneri di un ex rivendita di vino sfuso - ancora attiva all'interno - e trasformato in un posto di quartiere che unisce insieme Vino naturale, arte e musica. Le tre passioni del suo proprietario, Thomas, un ragazzo franco-inglese con un passato nell'arte (nella porta affianco gestisce ancora Spazi Bidet, uno spazio espositivo), che nel 2021 rileva questo posto e inizia a lavorarci. Il risultato dopi anni di fatiche è questa atipica vineria dove fermarsi per conoscere piccoli produttori e assaggiare taglieri di salumi artigianali.

Street Food

Hekfenchai

L'ispirazione è quella della cucina di Hong Kong, in particolare lo street food della metropoli. Pop, giovane e divertente, i piatti da provare spaziano dai bun, alle omelette e finger food (alette di pollo, pollo fritto, costoletta di maiale al lemongrass, tofu fritto al carbone). Da provare i cheung fun involtini tipici di Hong Kong e della regione costiera di Guangdong, realizzati con una sfoglia di crema di riso cotta al vapore e riempiti con carne di manzo, gambero o funghi. Sembra un outsider ma non lo è: il french toast con salsa di arachide. Gordo e buono come pochi. 

Street Food

FAME Milano

Si trova proprio di fronte il Parco Trotter e può essere una buona scusa dopo l'attività fisica del weekend. Sembra il tempio del food porn: panini stratosferici ed esagerati, doppio anzi triplo strato di carne e salse abbondanti per hamburger epici. Ogni panino è un omaggio a un film o una serie tv: "Breaking bread" con hamburge, bufala, crema di pistacchio, basilico (12€), oppure lo "Space ham" con doppio hamburger, cheddar, bacon, salsa smoke, uovo all'occhio di bue (14€). Solo per i più coraggiosi e con una grande...fame.

Ristorante

Miao Ristorante Cinese

Via Padova è sicuramente un luogo dove trovare piccoli locali internazionali che regalano sorprese. Come Miao Ristorante Cinese, dove provare un'autentica cucina del Sichuan. Quindi piatti piccanti, frattaglie, tanto aglio per sapori robusti e vigorosi. Come gli straccetti di lonza o il reno in agrodolce, tofu ricoperto di tuorlo d’uovo, carne e frattaglie di manzo tagliate a fettine sottili in salsa piccante. Da Miao una cucina schietta per i veri amanti del genere. E se si vuole andare sul leggero: scodelle di fuoco, ravioli, tagliatelle di riso.

Enoteca-Winebar

Silvano

La terza insegna di Cesare Battisti e Federica Fabi, partner in affari e nella vita, che dopo il Ratanà in Isola e Remulass in Porta Venezia, fanno centro a nord di Milano. Si chiama Silvano, si trova nel quartiere di NoLo in piazza Morbegno, centro nevralgico della vita notturna di questa zona della città. Atmosfera retrò, da vecchio bar, grande concentrazione sul vino naturale, un laboratorio per la panificazione e cucina. Sarà aperto dall'aperitivo in poi, mentre il weekend tutto il giorno. Silvano è decisamente la vineria bistrot che mancava nel quartiere a nord di Loreto.

Silvano vini e cibi-2

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento