Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Giovedì, 22 Febbraio 2024
Mappe

La mappa delle migliori gelaterie di Milano

Dai gusti più tradizionali e un po’ vintage fino a quelli più estrosi. Ecco un percorso tra insegne storiche e nuovi locali di design per assaggiare i gelati più buoni in città

Quali sono le migliori gelaterie di Milano? Tra le insegne storiche e i nuovissimi locali di design, la città è un concentrato di indirizzi di qualità. Grandi pasticceri, mastri gelatai e attività che da generazioni sono portate avanti dalla stessa famiglia. Storie diverse, tecniche di preparazione innovative o grandi classici delle ricette nostrane, ma soprattutto un prodotto artigianale che possa rappresentare la visione e la filosofia di chi sta dietro al bancone. Ecco quindi i nostri posti preferiti per mangiare il gelato a Milano, tra sapori di una volta e accoppiamenti inaspettati, basterà avere questo itinerario a portata di mano per non sbagliare più una merenda.

Lo Gnomo Gelato
Cortinovis
Pavé Gelati & Granite
Ciacco Lab
Gruppo Artico
Terra
Crema Milano
Gelato Giusto
Out Of The Box
La Gelateria della Musica
Baunilla San Marco
Dassie
Gelateria N°22
Gelateria Paganelli
Gelateria

Lo Gnomo Gelato

Inizialmente era solo una delle tante gelaterie che utilizzava semilavorati. Un’attività di famiglia che, nel 2005, Andrea Bistaffa ha deciso di portare avanti insieme a Francesca Acquaviva. Soltanto 5 anni dopo la storia cambia, si inizia a produrre il gelato artigianalmente ed entra in attività anche Marco Summonte. La gelateria si trova in zona Pagano e rimane aperta tutto l’anno. Ogni gusto segue la stagionalità delle materie prime e si impegna a non usare conservanti, antiossidanti, grassi idrogenati o coloranti. Dal bancone arriva di tutto: dai gusti frutta tradizionali alle accoppiate più insolite, come quello al pompelmo rosa con cetriolo e menta, oppure all’arancia rossa con zenzero e curcuma. Le creme invece spaziano dal cioccolato fondente, al tiramisù passando per l’immancabile pistacchio di Bronte. Da provare assolutamente i gusti alcolici che ruotano in menu ogni mese: maggio ad esempio è il periodo di Sardegna, un gelato a base di ricotta di pecora sarda con variegatura di mirto e amaretti.

Gelateria

Cortinovis

In questo indirizzo troviamo una pasticceria e gelateria con alle spalle una storia di oltre 40 anni e le ricette di una volta. Qui il gelato si fa alla vecchia maniera, con panna, uova, zucchero e frutta di stagione, ma per venire incontro a esigenze diverse sono state realizzate anche le linee di gelati senza zucchero e vegane. Tra le proposte ci sono inoltre le monoporzioni di gelato (in vaschette già preparate), le torte gelato, la frutta ripiena e i bocconcini di gelato ricoperti di cioccolato fuso.

Gelateria

Pavé Gelati & Granite

È il 2012 quando la bakery Pavé prende forma. L’intuizione dei tre amici - Luca Scanni, Dietro Bamberghi e Giovanni Giberti – di aprire una locale con prodotti da forno con particolare attenzione al design e alla comunicazione, si dimostra presto una grande idea, pionieristica e perfino copiata. A quattro anni dall’apertura, i ragazzi di Pavé Milano insieme a Simona Carmagnola hanno poi aperto Pavé Gelati e Granite, uno spazio in Via Cesare Battisti di fronte al Tribunale in cui poter assaggiare gelati artigianali realizzati con materie prime stagionali e gusti che vanno dai più tradizionali fino a quelli inaspettati, come crescenza, ribes e grano saraceno, oppure uno pane, burro e cioccolatino Centosessanta. Non mancano nemmeno le granite, da assaggiare con la panna di produzione propria, oppure i sorbetti e le tavolette di cioccolato realizzate nel laboratorio di Via Casati, sempre a Milano.

Gelateria

Ciacco Lab

C’è un laboratorio, c’è uno scienziato e ci sono gli esperimenti: dietro questo scenario si “nasconde” la mente di Stefano Guizzetti. Il chimico gelatiere, classe ’82, apre a Parma la sua prima gelateria e, dopo la seconda apertura, nel 2014 decide di triplicare, stavolta aprendo a Milano. Da Ciacco Lab ogni prodotto è sperimentazione e innovazione, sia per le tecniche usate - dal gelato stagionato a base di muffa nobile, a quello barricato, alla brace o al sottobosco - che per i gusti che si possono trovare: dolci, salati o specialità gastronomiche come il sorbetto alla salsa tonnata o al ragù stupiscono i visitatori, anche quelli più fedeli. Qui il gelato è di recupero: il laboratorio evita infatti gli sprechi utilizzando ingredienti di scarto come fieno e corteccia, foglie e buccia. 

Gelateria

Gruppo Artico

Nata come una piccola gelateria a Novara Milanese nel 1980, oggi Artico è un gruppo che conta tre sedi a Milano (Città Studi, Isola e Duomo) e una scuola per diventare mastri gelatieri o per aprire una propria attività. Il Gruppo Artico prende forma nel 2012 con il commercialista napoletano Fabrizio Fioretti e le famiglie Poloni e Matrone. Maurizio Poloni, gelatiere da più di 40 anni, segue insieme a uno staff di docenti anche il progetto di formazione tecnica e pratica per gli aspiranti gelatieri, nella Artico Scuola di Via Gian Antonio Boltraffio, 11. Dal cioccolato al latte fino al gusto strudel, dal pistacchio vegan fino allo zabaione con arancia e crumble di limone, da Gruppo Artico i gusti sono tradizionali ma anche rinnovati nelle ricette e nei sapori.


 

Gelateria

Terra

Dietro la gelateria Terra troviamo l’imprenditore Gianfranco Sampò, in laboratorio il mastro gelatiere Massimo Grosso e Francesco Sampò, e Tullio e Gianpaolo Frigo entrati successivamente in società. Un gruppo coeso che ha come obiettivo comune quello di realizzare un prodotto di qualità, trasparente nei processi di lavorazione e caratterizzato dalla territorialità della materia prima e delle ricette. Il gelatiere Massimo Grosso, che tra le tante esperienze vanta anche un periodo di lavoro al Vaticano dove preparava torte fredde e gelati per Papa Francesco, fa un lavoro di ricerca e selezione di prodotti IGP e DOP proveniente da più regioni italiane e sostiene il processo di sperimentazione in cui poter inventare nuovi gusti e sapori. Cioccolato fondente al tè nero affumicato Lapsang Souchong con pinoli sabbiati allo zafferano e sale di Maldon, o ancora gorgonzola e fave di cacao, sono solo alcuni dei gusti che caratterizzano l’offerta di Terra Gelato.

Gelateria

Crema Milano

Aperto in zona City Life, poco dopo il primo lockdown nel luglio 2020, Crema Milano di Giorgio Bulgari nasce con l’intenzione di associare ad un’alta qualità del prodotto anche un’altrettanta attenzione alla location: un ampio dehors, sedute comode, abiti eleganti del personale e un arredamento da boutique contraddistinguono questa gelateria, che vuole far breccia nell’esigente pubblico milanese. Con un laboratorio a vista sia su strada che dal locale, qui si può assistere alla preparazione del gelato firmato dal maetro romano Claudio Torcè (più volte vincitore dei Tre Coni nella guida Gelaterie d’Italia del Gambero Rosso). Dopo poco più di un anno Crema ha raddoppiato con una seconda sede in Piazza Napoli. Nella sua offerta sono sempre presenti i gusti tradizionali, sia creme che sorbetti a base frutta, ma anche gusti più particolari e tutti da scoprire come la ricotta ovina con visciole, crema e caramello salato o l’Asiago fresco con fichi caramellati.

Gelateria

Gelato Giusto

Dietro al bancone di questo piccolo negozio c’è Vittoria Bortolazzo, gelatiera e proprietaria di Gelato Giusto laureata a Londra presso l’Accademia di pasticceria francesce “Le Cordon Bleu”. Dopo un periodo di lavoro al fianco del cioccolatiere inglese William Curley e successivamente da Laduréè da Harrods, prosegue la sua carriera a Parigi da Lenôtre e nell’Accademia Valrhona. Rientrata a Milano decide di dedicarsi interamente al suo progetto e di mettere tutti gli insegnamenti e le esperienze accumulate in un locale a pochi passi da Corso Buenos Aires. Gelato Giusto segue una produzione giornaliera a base di ingredienti naturali, senza conservanti, aromi artificiali e grassi idrogenati. La frutta è unicamente di stagione e le varianti alle creme sono pensati anche per chi segue un’alimentazione vegana, con l’utilizzo del latte di avena al posto del latte vaccino. Ogni mese, oltre ai gusti tradizionali, se ne aggiungono altri speciali. Per il mese di giugno, a tema frutta secca, è infatti previsto il sesamo nero (dall’1 al 12), la noce pecan (dal 13 al 21) e il pistacchio, amarena e pistacchi caramellati (dal 22 fino a fine mese).

Gelateria

Out Of The Box

La gelateria, nata nel 2015, deve il suo successo all’intuizione dell’imprenditore ed esperto di marketing Flavio Sears che, chiamato dai fondatori della Sorbetteria Castiglione Marina Marchiori e Giacomo Schiavon per promuovere il locale, ha finito per collaborare su un progetto tutto nuovo, una gelateria che è anche bar, Out of the Box. Le ricette sono le stesse di Sorbetteria, così come il gelato che viene prodotto negli stessi laboratori, gli ingredienti freschi provengono dalle campagna limitrofe alla città di Milano e non vengono utilizzate basi pronte o semilavorati. Un grande gusto estetico della location, l’attenzione ai dettagli come le box biodegradabili e una zona bar con caffè filtro e macchina espresso, sono gli ingredienti principali di un’attività che ha saputo differenziarsi. Tra i gelati alle creme come Langa con nocciole intere caramellate o il Moka con mascarpone, caffè espresso e fave di cacao, qui è da provare anche il gelato crudo preparato senza alcun trattamento termico, privo di glutine e lattosio.

Gelateria

La Gelateria della Musica

Un nome, quello di Gelateria della Musica, che fa subito intendere quelle che sono le due passioni di Fabio Brigliadoro, musicista jazz e grande amante del gelato artigianale, che nel 2008 ha dato vita alla Gelateria della Musica. I gusti qui portano i nomi di cantanti e band e l’offerta va dai sapori semplici e tradizionali fino ai gusti rivisitati, come la stracciatella inversa Pinguini Tattici Nucleari o i Maneskin, con base di cioccolato bianco con pistacchio, crema di pistacchio e praline di cereali ricoperte al lampone.

Pasticceria-Panificio

Baunilla San Marco

Un marchio, 5 negozi e la storia di un brand italiano di tutto successo. Dietro c’è l’imprenditore Vittorio Borgia, già presente su Milano insieme al fratello Saverio con i ristoranti Bioesserì. La responsabile di laboratorio invece è la pasticciera Eleonora Signorini, che ha alle spalle gli studi alla Paideia di Milano, poi il corso professionale all’Alma, uno stage da Zizzola (in Veneto) e circa 3 anni alla storica pasticceria Clivati. Il gelato lo si può trovare in tutte le sedi di Baunilla: in Piazza Alvar Alto, in Via San Marco, in Corso Italia, in Corso Garibaldi e in Via Broletto. I gusti sono di stampo tradizionale, come nel caso della nocciola, il cioccolato, la stracciatella o il pistacchio per le creme. Non mancano poi i gusti a base frutta come mango, cocco o fragola.

Gelateria

Dassie

Nasce a Treviso nel 2008 e a gestirla ci sono Stefano Dassie, e i genitori Fabio e Antonella, già nel settore da decine di anni. Tre coni nella guida Gambero Rosso delle Gelaterie d’Italia e cinque punti vendita tra Treviso, Montebelluna, Milano e due store a Las Palmas alle Canarie dimostrano il successo dell’insegna. Gli ingredienti sono pochi e semplici: latte, uova fresche, zucchero, frutta biologica e addensanti naturali. Ma ai sapori più tradizionali si accostano anche le sperimentazioni con accostamenti insoliti o ingredienti alternativi, come lo zucchero d’uva e di cocco oppure l’aloe vera. Chiuso durante la stagione invernale, in estate riapre con nuove proposte e varianti, come i gusti a base di lupino, privi di lattosio e a basso indice glicemico.

Gelateria

Gelateria N°22

Pochi sgabelli con vista sul bancone della gelateria, uno spazio piccolo e tanti gusti diversi, la Gelateria N°22 è tutta qui. Il laboratorio è interno al negozio e qui il gelato è quello di una volta, sapori tradizionali e ogni tanto qualcosa di più elaborato arrivano dal bancone ai clienti. Dall’unica sede di Corso Lodi, questa gelateria offre anche specialità senza lattosio o senza glutine, torte gelato, granite o gelati su stecco.

Gelateria

Gelateria Paganelli

Francesco Paganelli porta avanti la gelateria di famiglia nata nel 1930 con suo nonno Ugo e che oggi è un’insegna storica a pochi passi dalla Stazione Centrale di Milano. Un ambiente d’altri tempi e le ricette artigianali di una volta, senza coloranti aggiunti, riadattate per incontrare esigenze diverse. Oltre alle classiche creme e ai gusti frutta, si trovano infatti anche sapori ricercati come il cantuccio oppure i sorbetti al vino di Passerina o di Refosco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento