Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Firenze

Solo per 3 giorni 600 produttori di qualità si danno appuntamento a Firenze per “Taste”

Taste è ormai una delle manifestazioni dedicate al cibo più grandi d’Italia con produttori, aziende e professionisti del settore. Inoltre degustazioni, talk, dibattiti e un circuito di eventi off per la città di Firenze. Da 3 al 5 febbraio 2024

Taste 2024 sta per arrivare a Firenze negli spazi della Fortezza da Basso, dal 3 al 5 febbraio. Tra le più grandi fiere enogastronomiche del nostro paese, Taste è il salone di Pitti Immagine che raccoglie i professionisti del settore agroalimentare. Tema di questa 17° edizione Colors are served!: attraverso i colori, definiti come cibo per l’anima, si celebra il variegato e poliforme mondo dei prodotti gastronomici e delle materie prime. Saranno infatti oltre 600 le aziende presenti a raccontare la propria storia, di cui 150 per la prima volta a Firenze, sottolineando l’impegno a scovare non solo grandi e consolidate realtà ma anche piccoli produttori e artigiani di nicchia. Numeri di grande impatto, nulla a che vedere con le prime edizioni di Taste, quando la manifestazione era una fiera-boutique con pochi espositori alla Stazione Leopolda.

Commenta Agostino Poletto, direttore generale di Pitti Immagine: “Taste oggi è una manifestazione che riunisce in un unico contesto sia le piccole realtà sia le aziende più strutturate che riescono a soddisfare mercati più ampi pur mantenendo intatte qualità e artigianalità”.  Tante anche le novità, i talk, gli appuntamenti e le degustazioni, oltre agli eventi in città del circuito ForiDiTaste. Nei tre giorni della manifestazione l’orario di apertura per i professionisti e operatori del settore sarà sempre 9.30 -18.30. Il pubblico di appassionati potrà entrare il sabato e la domenica con orario 14.30-18.30 e il lunedì tutto il giorno (costo del biglietto previa registrazione 25€).

Taste 2024 a Firenze-3

Taste 2024: centinaia di produttori simbolo del Made in Italy

Taste 2024 celebra il valore del Made in Italy in tutte le sue forme grazie al coinvolgimento diretto di centinaia di produttori, aziende e artigiani che si distinguono in diversi ambiti enogastronomici. Troverete così Forno Brisa di Bologna, bakery di ultima generazione, come pure la nuova frontiera del bere analcolico tramite Mia Kombucha, oppure Anisetta Rosati, azienda ascolana con più di 100 anni di attività. Ci saranno i prodotti di Guido Gobino, maestro cioccolaterie di Torino, e sempre dal Piemonte l’Antica Torroneria Piemontese, specializzata nei tartufi. Il mondo pasta e farine è coperto, tra gli altri, da Farine Petra leader nel settore, dal Pastificio Mancini nelle Marche e da Gentili di Gragnano. Dalla Lombardia a rappresentare il vasto mondo risicolo Riserva San Massimo e Riso Acquerello, rispettivamente in provincia di Pavia e Vercelli. Ci sarà anche Dolcemascolo, con i loro prodotti lievitati, e Palazzo di Varignana, realtà legata all'hospitality. A Taste 2024 anche salumifici, acetaie, brassicoli, biscottifici e pasticcerie, aziende agricole biologiche e startup innovative. La lista completa è possibile visionarla nel sito della manifestazione.

Tema di Taste 2024 Colors are served

I percorsi di Taste 2024 a Firenze: dagli spiriti agli accessori per la tavola

Il percorso espositivo di Taste 2024 è ripartito in tre sezioni: Taste Tour, Taste Tools e Taste Spirits. Il primo comprende tutti i prodotti salati, dolci e rispetto alla scorsa edizione anche una selezione di prodotti per speciali momenti di consumo, dalla colazione al brunch fino agli spuntini. Taste Tools è invece la sezione dedicata agli accessori per la tavola e la cucina, tra tecnologia e lifestyle; mentre novità di quest’anno l’area Taste Spirits partita negli anni passati come un progetto speciale e ora vera e propria area della fiera dedicata all’eccellenza del Made in Italy in fatto di gin, vermouth e amari. 24 etichette artigianali di piccoli produttori della penisola come Peter in Florence, Amaro di Quartiere, Spiriti del Bosco a Volterra, Santo Spirito Liquori, Argintario e Visionair Gin.

Uno degli eventi di FuoridiTaste a Firenze

I talk e le novità della 17° edizione di Taste 2024 a Firenze

Taste 2024 è anche un momento per confrontarsi ascoltando le testimonianze e gli interventi degli esperti del settore. Tanti gli argomenti, le criticità del mondo d’oggi, le prospettive future che coinvolgono il cibo sotto diverse sfaccettature. L’Unicredit Taste Arena accoglierà i Ring, ovvero i momenti di dibattito moderati da Davide Paolini giornalista gastronomico e conduttore radiofonico su Radio24. Si inizia con “L’importanza del brand nelle Pmi” sabato 3 febbraio alle ore 16, poi “Le fermentazioni del cibo“ domenica 4 febbraio ore 17, e per finire “Il vino in anfora” lunedì 5 febbraio ore 11. Parallelamente si svolgeranno i tradizionali Taste Talks. Anna Prandoni, direttrice di Linkiesta Gastronomica parlerà di cibo e colori sabato 3 febbraio alle ore 15, mentre Massimiliano Tonelli direttore di CiboToday modererà il talk sulla filiera alimentare “Dal seme al piatto: come si diventa cibo”, domenica 4 febbraio ore 14. Sempre domenica alle ore 16 il turno di Bernardo Gozzini (Amministratore Unico del Consorzio LaMMA), Gerardo Diana (Presidente del Consorzio di Tutela Arancia Rossa di Sicilia IGP) con la moderazione di Martina Liverani (inventrice Dispensa magazine): tema del dibattito i cambiamenti climatici con il talk “I colori del paesaggio”.

NEW EGG i Pollai domestici di Vedovamazzei

E tra i progetti che meritano una menzione speciale quest’anno New Egg, presentato da Giannoni & Santoni, realtà specializzata nella progettazione di spazi e opere artistiche. In collaborazione con il super produttore di uova Paolo Parisi e grazie al contributo del duo artistico Vedovamazzei, sarà presentata una collezione di pollai domestici a cavallo tra arte, design e architettura. Un progetto già debuttato ad Artissima a Torino, che indaga sul rapporto fragile ma fondamentale tra uomo, animale e natura.

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento