Ricevi la nostra Newsletter

L'unico modo per non perderti nulla sulle novità gastronomiche suggerite da Cibotoday. Ogni mattina nella tua e-mail.

rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Mappe

La mappa dei migliori bar, pasticcerie e caffetterie per la colazione a Milano

Pasticcerie con ampia scelta di lievitati dolci e salati, caffetterie con estrazioni di qualità, ma anche bar e panifici contemporanei. Ecco gli indirizzi dove andare per un’ottima colazione

La colazione a Milano non delude le aspettative, ci sono decine di insegne dove poter cominciare al meglio la giornata sin dalle prime ore del mattino, e praticamente in ogni quartiere. Dalle pasticcerie storiche che non hanno mai smesso di fare qualità, alle panetterie dove oltre al pane si sfornano golosi lievitati e dolci da forno. Ma anche bar contemporanei dove c’è sempre più attenzione a una proposta di caffetteria di qualità e sostenibile. Questi sono i presupposti della nostra guida, dove troverete indirizzi in cui alla bontà delle proposte dolci e salate si affianca altrettanta cura per il caffè. Ecco la mappa per conoscere i migliori bar, pasticcerie e caffetterie della città meneghina.

Égalité
Loste Café
Cracco Cafè
Davide Longoni
Flagship Store Lavazza
Onest
Bar Paura
Pavé
Tone – Bread Lab
Sant Ambroeus
Clandestino non esiste
L'Ile Douce Milano
Le Polveri
Marlà
Signor Lievito
Cafezal
Orsonero Caffè
Gattullo
Pasticceria Cucchi
Fòla
Gelsomina
Starbucks Reserve Roastery
Marchesi 1824
Nowhere
Alain Locatelli
Tipografia Alimentare
Cova Montenapoleone 1817
Ambrogia
Pan Milano
Osteria-Bistrot

Égalité

Boulangerie e bistrot d’ispirazione francese, come il suo proprietario Thierry Loy, in zona Porta Venezia. Qui si può venire durante tutta la giornata, dalle prime ore del mattino per comprare il pane appena sfornato, all’aperitivo a base di ottimi prodotti d’oltralpe. A colazione c’è un’ampia scelta di lievitati soffici e burrosi, dai grandi classici immancabili come croissant, pain au chocolate, e pain aux raisins, a qualche nuovo esperimento come i Cruffin – come dice il nome, una via di mezzo tra croissant e muffin. Ma nel banco si possono trovare anche cannèles, eclair, tarte tropezienne e tartellette. Per chi preferisse il salato si va dalle baguette alla quiche, dal goloso croque monsier al pan bagnat. Il tutto accompagnato da un’ottima caffetteria.

Egalitè

Pasticceria-Panificio

Loste Café

Aperto nel 2021 Lorenzo Cioli e Stefano Ferraro, sommelier il primo e pasticcere il secondo, Loste è uno dei bar più chiacchierati degli ultimi anni che punta su ottimi lievitati da colazione, specialty coffee, particolare attenzione sulle materie prime e uno stile essenziale dai tratti nordici. Il caffè specialty è al centro della proposta con espressi, cappuccini, ma anche flat white, cortado, cold brew e caffè filtro da ottime torrefazioni come April Coffe Copenhagen. Per la colazione l’offerta è ampia e di alta qualità: brioche, sfogliati e laminati come il leggendario cardamomo, ma anche frolle, granola, bagel, focacce baresi e brioche salate. Per pranzo invece, piattini interessati a base di prodotti stagionali, da accompagnare a un buon calice di vino. Seconda insegna con grande laboratorio e spazio verde esterno in via Varesina 204 nel Certosa District inaugurata questa estate.

Loste Cafè

Bar

Cracco Cafè

Al piano terra della Galleria Vittorio Emanuele II, il bistrot con caffetteria di Carlo Cracco richiama nello stile i bar milanesi di un tempo, integrandosi perfettamente con l’architettura circostante con mosaici e dipinti sulle pareti. Indirizzo con una proposta gastronomica che si adatta ai vari momenti della giornata, che sia per una colazione nel dehors con vista sul salotto cittadino d’eccellenza o per una pausa caffè frugale direttamente al banco. Nelle prime ore del mattino si viene accolti dal profumo delle brioches con diverse farce – tra cui la bellissima Galleria, le tipiche veneziane e le monoporzioni preparate dalla pastry chef Ilaria Caneva. Ma anche pane, burro e marmellata, mignon e crostatine. Qui si viene anche per pranzo e cena a base di piatti veloci come toast, insalate, sandwich e pizze, oppure per esperienze gastronomiche complete con menu degustazione e abbinamento vini.

Cracco Cafè

Negozio-Bottega

Davide Longoni

Il maestro rivoluzionario dell’arte bianca conta ben sei insegne a Milano, la prima ad aprire è stata quella di via Tiraboschi nel quartiere Porta Romana. La proposta gastronomica si sviluppa attorno al pane, da comprare al banco e protagonista anche in tavola. A partire dalla colazione, in cui Pane, burro e marmellata con la marmellata di filiera Jam Session e Shoku Toast vengono affiancati da un’ampia scelta di lievitati del pasticcere Mauro Iannantuoni: croissant, pain au chocolat, girelle, ma anche ottimi dolci da forno come carrot cake, brownie, crostate e torta di mais. Da bere ottimi succhi, tè e la caffetteria con espresso, cappuccino o caffè filtrato monorigine. Per pranzo propongono una piccola selezione di piatti dalla cucina, insieme a pizze, quiche e focacce baresi. Inoltre, Davide Longoni ha da poco lanciato il suo nuovo progetto che si chiama MadreProject, la prima scuola del pane che insegna a fare impresa.

Davide Longoni
 

Bar

Flagship Store Lavazza

Proprio a due passi dal Duomo, lo store di 1895 by Lavazza nasce con l’intento di far conoscere il suo caffè ai consumatori di tutto il mondo, indirizzandoli in un percorso che va dal chicco alla tazzina. Si possono provare (e acquistare) diverse monorigini e miscele come il Cocoa Reloaded, un blend di chicchi da Brasile, Colombia e India con aromi di cioccolato, cannella e arancia. Si parte dall’espresso e si arriva agli Slow Coffee ottenuti con diversi metodi si estrazione: dalla moka al pour-over chemex o V60, dal french press all’aeropress e il cold brew. Ci sono anche i caffè regionali come la Barbajada Milanese fatta con espresso, cioccolata all’acqua, latte e panna, e una selezione di tè e infusi. Al mattino (e non solo) si possono accompagnare alla viennoiserie, tra cui l’iconica Crioche con diverse farciture o le creazioni di pasticceria ideate da Marco Pedron. La colazione è anche salata con diversi tipi di uova e brioche salate farcite al momento.

Flagship Store Lavazza

Ristorante

Onest

Lorenza Licciardello e Lea Pedrinella sono le inventrici di questo indirizzo, il cui nome ne annuncia le intenzioni: 7 punti cardine solidi su cui si basa Onest scritte anche nel “Cucina Manifesto”. Riassumendo: vengono serviti specialty coffee, cibo e vino rispettando l’ambiente, utilizzando prodotti tracciabili e sostenibili, esaltando la qualità della materia prima dal mattino a tarda sera, quando il vino prende il posto della caffetteria. Uno dei momenti per venire nell’insegna di via Turroni è la colazione per coccolarsi con croissant e sfogliati dolci e salati come la Danese con crema e frutti rossi, la Veneziana con crema alla fava tonka o la Girella salata con patate e formaggio. In alternativa pane a lievitazione naturale con burro e marmellata, yogurt con granola homemade e frutta, plumcake, omelette e uova fritte. Tutto da accompagnare ai succhi Colzani, matcha e chai latte, tè e specialty coffee con diversi metodi di estrazione. Espressi, cappuccini, ma anche flat white, cold brew, caffè filtro del giorno e pour over, a base di monorigini delle torrefazioni Gearbox e Clandestino, fratello minore di Onest che seleziona caffè crudi e sceglie i profili di tostatura con Tommaso Bongini (di Gearbox).

Onest (1)

Bar

Bar Paura

Tra le sei insegne del collettivo alimentare Sidewalk Kitchen, che si sviluppa nel marciapiede di via Bonvesin de la Riva, non poteva mancare una caffetteria. Il Bar Paura è aperto dalla colazione alla merenda, offrendo specialty coffee con monorigini della micro roastery delle Langhe Ialty Coffee. Ottimi espressi, cappuccini, caffè filtro con metodo hand brew e flat white, da bere insieme ai lievitati dolci e salati come la girella, il pain au chocolat e l’iconico croissant a forma di cuore alto 3,5 cm da farcire con marmellata o crema alla nocciola Mara dei Boschi. Ma ci sono anche banana bread con burro di arachidi, pane e marmellata e toast.

Bar Paura Milano

Pasticceria-Panificio

Pavé

Locale fondato da Luca Scanni, Dietro Bamberghi e Giovanni Giberti, ormai giunto al suo undicesimo anno di vita, la cui apertura cambiò il concetto di bar pasticceria dove fare colazione a Milano. Lo slogan “breakfast revolution”, che un tempo era presente anche nel logo, ne conferma le intenzioni che poi si sono avverate. Pavè è specializzato in lievitati e sfoglie da colazione, tra cui croissant di varie forme – come la Double Baked con frangipane alla mandorla e diverse farciture stagionali - brioche, pain au chocolat e girelle. Poi ci sono anche bomboloni, monoporzioni, tartellette, torte e dolci da forno della tradizione da accompagnare alla caffetteria. Espresso con una miscela 100% arabica, espresso monorigine, cortado, cold brew, caffè filtro, flat white e chai Latte. Qui si può acquistare anche il pane e diversi prodotti da scaffale come marmellate, cioccolata e panettone. Nel 2016 hanno inaugurato anche Pavè Gelati & Granite.


Pavè

Pasticceria-Panificio

Tone – Bread Lab

Come suggerisce il nome, Tone nasce come panificio, o meglio come laboratorio contemporaneo del pane. Tone, infatti è il nome del tradizionale forno georgiano di mattoni a forma di botte costruito da un artigiano, dove cuociono il loro pane. Oltre all’ottimo pane, tra cui lo Shotis Puri - tipico pane georgiano cotto attaccato alle pareti del tone – qui si fa una delle colazioni migliori di Milano. Bømbole, banana bread, pane con burro e marmellata o burro d’arachidi, yogurt con granola, cinnamon roll, torte da forno e le iconiche tonde, ovvero le loro brioche con diverse farce, tra cui in questo periodo frangipane e fico. Completa l’offerta il caffè specialty di Mogi Caffè. A pranzo da non perdere il Kachapuri, un pane farcito con tre formaggi diversi e il tuorlo d’uovo.

tone

Ristorante

Sant Ambroeus

Storica pasticceria milanese a pochi passi dal Duomo e dalla Scala fondata nel 1936, che negli anni ha visto diversi cambi di guardia. Poi nel 2022 entra nel gruppo SA Hospitality, che nel frattempo si era espanso in America, diventando un luogo più internazionale mantenendo la tradizione italiana, con una proposta gastronomica ad hoc per ogni momento della giornata (dalle 7.30 alle 23). La colazione è uno dei momenti più importanti, dove vengono serviti i grandi classici della tradizione: cornetti, budini di riso, veneziane, fagottini di mela e pane con burro e marmellata, da accompagnare a ottimi espressi e cappuccini. Ma anche piatti di derivazione americana come il porridge, i pancakes, salmone affumicato, avocado toast e uova in tutti i modi. E poi ampio spazio alla pasticceria, dal classico Tiramisù alla torta Sant Ambroeus, cioccolatini e grandi lievitati delle feste.

Sant Ambroeus-2

 

Pasticceria-Panificio

Clandestino non esiste

Bakery artigianale con caffetteria a Lambrate, spin-off di Onest, fondato da Lea Pedrinella e Lorenza Licciardello. Qui si punta tutto su lievitati e prodotti da forno: croissant, pain au chocolat, tartellette, plumcake e dolci, biscotti, pagnotte e focacce. A mettere le mani in pasta sono Matteo Andreotti e Laura Onofrio che creano impasti con un blend di farine lavorate con fermentazioni di 24-48 ore e un’idratazione minima del 75%. L’altro punto forte è lo specialty coffee, che ottengono dalla lavorazione di chicchi crudi e poi tostati come una specie di micro-torrefazione, che gli permette di avere una label di monorigini selezionate che cambiano stagionalmente.

Clandestino non esiste

Pasticceria-Panificio

L'Ile Douce Milano

Pasticceria d’ispirazione francese in zona Isola dove tutte le mattine vengono sfornati prodotti da boulangerie, torte da credenza e lievitati da colazione come il croissant, il pain aux raisins e la veneziana. L’Ile Douce vanta anche di una caffetteria di ottima qualità con specialty coffee a base di monorigini e blend della torrefazione artigianale Caffè Carnera. Propongono brunch e pranzi con piccole proposte dalla cucina, mentre il pomeriggio si trasforma in un salone del tè, e alla sera diventa la meta ideale per un calice di vino.

L'Ile douce-2

Pasticceria-Panificio

Le Polveri

Micro panificio con laboratorio in soli 50 metri quadri aperto nel 2017 da Aurora Zancanaro in Sant’Ambrogio. A giugno ha raddoppiato e spostato la produzione in un nuovo locale con punto vendita e 20 coperti al Giambellino, mentre il primo indirizzo è diventato solo rivendita e bottega con dehors esterno. Qui si viene appositamente per comprare il pane (ciabatte, pane in cassetta, baguette, pane di campagna…), ma Le Polveri è anche un luogo dove fare colazione con ottimi prodotti da forno: pan brioche, bun alla cannella, al cardamomo, all’arancia, i tuppi lisci e le sfoglie da colazione (anche salate). Anche la selezione specialty coffee è d’ispirazione nordica, grazie al contributo di Gianni Tratzi, marito di Aurora che lavora nel mondo del caffè di qualità.

Le Polveri a Milano, dettaglio sul bancone
 

Marlà

Pasticceria artigianale in zona Porta Romana fondata da Marco Battaglia e Lavinia Franco, entrambi pastry chef. La produzione viene fatta nel moderno laboratorio a fianco dell’insegna, dove ogni giorno vengono creati lievitati, dolci da forno, torte, monoporzioni e mignon con qualche influenza siciliana. A colazione c’è l’imbarazzo della scelta con un bancone super assortito di brioches, ciambelle, girelle con crema e uvetta, krapfen, pain au chocolat, pain suisse, saccottini, veneziane, trecce e iris alla ricotta, da gustare con ottimi espressi e cappuccini. Da provare anche i dolci regionali come maritozzi, cannoli, amor polenta e cassata. Ampia scelta anche per i salati con croissant farciti, arancine, toast, tramezzini, quiche, croque monsieur e focacce.

Marlà (1)

Pasticceria-Panificio

Signor Lievito

Piccola bakery con poco più di un anno di vita, dove ogni giorno Natalija Nikitina sforna pane a lievitazione naturale con farine macinate a pietra, e tante altre specialità che richiamano le sue origini lettoni. In soli 60 metri quadri c’è il laboratorio a vista dove si inizia a impastare di prima mattina, il bancone e l’angolo caffetteria dove gustarsi ottime colazioni a base di caffè, tè, bulka, cinnamon roll, bun, babka e altre bontà lievitate per una colazione o una merenda dal gusto nordico. Ovviamente si può scegliere anche tra diversi tipi di pane, serviti con burro di arachidi o burro e marmellata.

Signor Lievito (1)

Bar

Cafezal

Cafezal vuol dire in portoghese piantagione di caffe, e questo a testimoniare la passione per lo specialty coffe che si può trovare qui. Un luogo nato per veicolare e far conoscere il mondo del caffè, lavorando con produttori che riescono a raggiungere l’eccellenza nella sua produzione in direct trade, ovvero con contatto diretto e senza intermediari. Qui si possono assaggiare a colazione e durante tutto il giorno i caffè specialty che vengono tostati e dunque preparati al suo interno: infatti Cafezal è anche una micro torrefazione dedita alla propria linea di prodotti. Non mancano le classiche brioche, cookies, prodotti da forno per accompagnare la mattina.

cafezal, Milano

Bar

Orsonero Caffè

A pochi passi da Porta Venezia, Orsonero Caffè è il locale dedicato alla passione per il caffè di Brent Jopson, un canadese trapiantato a Milano. Una caffetteria specializzata in metodi di estrazione alternativi come la cold brew, l’aeropress, il filtro all’americana, con miscele sempre diverse selezionate da Jopson. Come i caffè della coffee roastery di Amsterdam A Matter of Concrete, o Koppi Roasters una micro torrefazione in Svezia. Non mancano croissant e cookies, anche d’asporto. Un universo che riflette la ricerca minuziosa di Jopson da scoprire soprattutto a colazione. 

Orsonero Caffè, Milano

Bar

Gattullo

La colazione storica di Milano si consuma da Gattullo, un avamposto di tradizione e vecchie maniere in Porta Ludovica. Addirittura venne conferito l’Ambrogino d’Oro al signor Gattullo nel lontano 1980 per ricordate e premiare un lavoro iniziato nel 1961. Colombe, panettoni, piccola pasticceria, cornetti strapieni di creme, torte bellissime: Gattullo ancora oggi è il posto della colazione dei milanesi, dove si respira l’aria di altri tempi.

Gattullo, Milano

Pasticceria-Panificio

Pasticceria Cucchi

La Pasticceria Cucchi è una storica pasticceria nata in Corso Genova nel 1936, e mantiene ancora oggi questo spirito di inizio ‘900. Un elegante caffè dove fermarsi a colazione come durante tutta la giornata: la mattina è immancabile il cappuccino schiumato alla perfezione con il croissant alla crema, tra i migliori di Milano, mentre si legge il giornale nel vecchio bancone del bar. Qui si racconta la storia di quasi un secolo della città: nato dall’impegno di Cesare Cucchi, sopravvissuto alle bombe della Seconda Guerra Mondiale, al Fascismo, ora Pasticceria Cucchi è gestito dalle figlie Laura e Vittoria che portano avanti questa tradizione meneghina.

Pasticceria Cucchi Milano

Negozio-Bottega

Fòla

Una bakery di quartiere nata a NoLo a fine 2021 da tre giovani ragazze con la passione per la panificazione e la gastronomia: Luna, Claudia e Tine, che troverete ogni giorno dietro il bancone o nel laboratorio. Fòla è una pasticceria, gastronomia e bottega di quartiere che di prima mattina sforna danesi, cookies, brownies, croissants (da 1,50€), banana bread con burro d’arachidi e cake al pistacchio. Chiedete il baulus (2€), una sfoglia con crema alle mandorle/frangipane, zucchero moscovado, uvetta e ananas. Un prodotto antico di tradizione belga (come Tine, una delle ragazze) che sta scomparendo e che qui potete assaggiare con un buon caffè americano (1,60€), un flat white, il doppio espresso con crema di latte (2,20€), ma anche cold brew con monorigine (Etiopia o Colombia 4,50€) o caffè leccese con espresso 100% arabica (2€).

Fola a Milano

Pasticceria-Panificio

Gelsomina

Gelsomina è una pasticceria conosciuta in tutta Milano per i suoi celebri maritozzi con panna; un morbido panino che non ha bisogno di presentazioni farcito con generose dosi di panna montana, per iniziare con sprint la giornata. Ma anche cannoli ripieni di crema alla ricotta, éclair con diverse farciture, danesi con ricotta e fichi, tartellette con frutta di stagione, bignè, da Gelsomina si trova da mattino a sera una pasticceria di influenza francese che non delude. Per la colazione come per tutto il giorno.

Gelsomina

Bar

Starbucks Reserve Roastery

È più simile a un parco giochi sul tema del caffè che a un bar, la Starbucks Reserve Roastery è una gigantesca torrefazione che fa capo al gruppo ben noto a tutti, In piazza Cordusio, nell’ex palazzo delle Poste. Starbucks ha scelto Milano come terza città nel mondo – dopo Seattle e Shangai - per lanciare la sua Reserve Roastery, monumentale progetto legato al mondo del caffè. Oltre 2000mq dove al centro troneggia una gigantesca tostatrice in funziona 24 ore su 24, che andrà a coprire il fabbisogno di parte degli Starbucks in giro per l’Europa. Le preparazioni al caffè sono ben 115: cold brew, siphon, french press, nitro brew, creazioni speciali con diverse monorigine e blend che arrivano da Etiopia, Brasile, Bolivia e altri paesi specializzati. I prezzi vanno da 1,80 € per un espresso a 8 € per le preparazioni particolari. La parte di pasticceria e forno per colazione e non solo è firmata da Princi, con una speciale partnership: croissant, brioche, focacce, pizze, preparazioni salate da gustare tutto il giorno.

starbucks-milano-bancone
 

Pasticceria-Panificio

Marchesi 1824

Il tempio della pasticceria milanese risponde al nome di Marchesi 1824, storico caffè e pasticceria aperto nel secolo scorso in Via Santa Maria alla Porta 11°, vicino corso Magenta. Ora si trova anche all’interno della Galleria Vittorio Emanuele (nonché in via Montenapoleone) grazie all’acquisizione del brand da parte del Gruppo Prada che ne ha rilanciato il mito. Un locale che rispecchia lo stile dell’iconico marchio di moda di Milano, e che da colazione a fine serata delizia letteralmente ogni palato. A dirigere la pasticcera il maestro Diego Crosara: confetti, cioccolatini, croissant, lievitati (stupendi i panettoni decorati a mano per il Natale), torte e biscotti. Per la prima colazione potete anche prendere un vassoio da portare via con una selezione delle migliori creazioni di Crosara: 6 pezzi 20€, 8 pezzi 27€, 10 pezzi 33€.

Pasticceria-Marchesi 1824, Milano
 

Bar

Nowhere

Un coffee shop con micro torrefazione al suo interno nato durante la pandemia: Nowhere è il posto dove fare colazione sorseggiando uno delle loro monorigini. Infatti selezionano e tostano solo caffè specialty monorigine arabica, il che significa che non fanno mai miscele, con un occhio alla provenienza etica, artigianale e sostenibile. Una caffetteria di ultima generazione, super friendly e molto accogliente, dove fermarsi dalla colazione in poi anche per lavorare con il proprio pc. E da  mangiare: bun al cardamomo e cannella, apple pie, bread con frutta di stagione e croissants.

Nowhere, Milano

Pasticceria-Panificio

Alain Locatelli

Uno dei giovani pasticceri più promettenti del panorama attuale, Alain Locatelli, classe 1988, è un nome noto quando si parla di bakery contemporanea a Milano. Dopo un’intensa gavetta e una formazione professionale di stampo francese, Alain Locatelli porta nel suo locale tra le migliori viennoserie della città: croissant super sfogliati, lievito madre, farine selezionate, e ingredienti selezionati, oltre a una selezione di specialty coffee.

Alain Locatelli, Milano-3

Osteria-Bistrot

Tipografia Alimentare

A nord di Milano, lungo il Naviglio della Martesana, Tipografia Alimentare è ormai diventato un posto che attira gente da tutta la città, dalla colazione all’aperitivo. Un luogo che ha più anime tutte perfettamente integrate tra loro: la mattina troverete una ricchissima selezione di cardamon roll, cinnamon bun, brioche, lemon pie, maritozzi solo dal venerdì alla domenica.

Tipografia Alimentare, maritozzi-2

Pasticceria-Panificio

Cova Montenapoleone 1817

Dal 1817 Cova è un pezzo di storia non solo di Milano, ma di tutta Italia. Non molti sanno che proprio qui in via Montenapoleone si radunavano gli irredentisti delle Cinque Giornate, un momento di grande importanza per la città meneghina. Cova, oggi di proprietà del gruppo di lusso francese LVHM, venne fondata nel 1817 da Antonio Cova, un soldato di Napoleone, ed è a oggi una delle pasticcerie più antiche d’Italia. La colazione della domenica è un bellissimo rito che ci si può concedere: con un servizio d’altri tempi per accomodarsi al bancone o al tavolo.

Cova Montenapoleone, Milano

Pasticceria-Panificio

Ambrogia

Francesca Gatti Rodorigo e Federica Ferrari sono le ragazze dietro Ambrogia, una bakery kosher contemporanea di nuova generazione. Cosa si intende per kosher? Sono il complesso insieme di regole derivanti dalla religione ebraica per l’alimentazione. Dopo essere state a Parigi, Francesca e Federica tornano a Milano e aprono questo piccolo panificio di quartiere dove fermarsi a colazione: da provare il babka alla cannella, morbidissimo e aromatico, oppure lo Challà, il tipico pane intrecciato leggermente dolce che si consuma durante lo Shabbat. Oltre a una buona selezione di specialty coffee: tante le monorigine da piccole torrefazioni come LotZero, creata da Sevengrams insieme a Chiara Bergonzi, esperta di caffè, a Milano.

Ambrogia, Milano
 

Pasticceria-Panificio

Pan Milano

La bakery di ultima generazione firmata dallo chef Yoji Tokuyoshi e da Alice Yamada, insieme anche dietro il progetto Katsusanderia. Pan è un mondo dai colori pastello e dall’interior curatissimo che ricorda i caffè giapponesi, dove fermarsi per la colazione, un pranzo veloce e anche per l’aperitivo grazie alle etichette di vini naturali presenti. Lo si riconosce dalla fila fuori, soprattutto nel weekend, per assaggiare e portar via l’inconfondibile shokupan ovvero il pane in cassetta al latte, oppure i dolci della colazione come il cream pan con ripieno di crema (2,50€) o i bun alla cannella (3€), ma anche pain au chocolat /2,5€) e croissant (2,5€). La colazione è anche salata: da provare il curry pan, una bomba fritta ripiena di pasta al curry giapponese (4€) o la quiche con mortadella (4€). Buona anche la selezione di caffetteria: iced latte, iced caffè, matche latte, matcha caffè, caffè filtro e cold brews (tutto a 2,5€).

Pan Milano

CiboToday è anche su Whatsapp, è sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CiboToday è in caricamento